Banner Top
Banner Top

Le stradine che portano alle aree parcheggio sono piene di insidie, “Ecco com’è ridotta la mia scarpa”

L’appello alla manutenzione delle aree parcheggio (unitamente alla pulizia e alla manutenzione del lungomare e delle aree verdi) a San Salvo Marina era scattata all’inizio della stagione balneare da parte del Pd di San Salvo che invitava l’amministrazione comunale a provvedere alla manuntezione ordinaria del rione Marina.

Lungomare sporco, verde pubblico incolto e aree parcheggio abbandonate a se stesse (gli steccati in legno erano e sono ancora spezzati e pericolosi). Questo quanto avevano denunciato gli esponenti del Pd.

Diverse le lamentele giunte o postate su facebook in queste settimane d’estate circa la scarsa e a volte assente pulizia di San Salvo Marina. L’ultima arriva oggi da una mamma che su Facebook scrive:

“Premesso che pagare il parcheggio a San Salvo Marina lo considero giusto, bisognerebbe però anche garantire un certo servizio agli utenti. Sono una mamma di due bambini tra cui un neonato che necessita di passeggino. Il posto blu davanti agli stabilimenti non si trova quasi mai e sono costretta a parcheggiare all’interno. Bene, questa è la mia scarpa dopo aver attraversato la stradina che è ricoperta di sabbia e spine con il passeggino messo al contrario, sotto il sole e con la borsa del mare addosso. Le vogliamo curare le stradine che portano alla principale? Non riuscivo a camminare”.

“Pagare vuol dire dare servizi“, commenta un cittadino. “Qui paghiamo paga ma nessun tipo di servizio abbiamo in cambio”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.