Banner Top
Banner Top

“Il Residence Rossetti è ancora terra di nessuno”

I rifugi abusivi in case diroccate e abbandonate è da sempre un problema per tutte le amministrazioni comunali. A Vasto a destare sempre maggiore preoccupazione è il Residence Rossetti sulla circonvallazione Istoniense. Ad intervenire oggi in merito è Vincenzo Suriani, consigliere comunale di Fratelli d’Italia che in un post su Facebook scrive: “A ottobre 2018 il Comune di Vasto annunciava con toni trionfali di aver ottenuto il dissequestro del Residence Rossetti (tristemente noto come “Residence degli stupri”) e che la struttura sarebbe stata messa in sicurezza. Dieci mesi dopo continua il degrado e il cantiere abbandonato è ancora terra di nessuno. Le recinzioni sono divelte e si assiste a un triste andirivieni di loschi figuri. Presto torneremo a occuparcene in Consiglio Comunale, per mettere l’Amministrazione Menna di fronte alla sua ennesima promessa non mantenuta. E per trovare una soluzione che garantisca residenti, cittadini e studenti”. 

Ricordiamo a tal proposito come il sindaco Francesco Menna, nell’ottobre del 2018 aveva chiesto alla Asl e alla Polizia Locale di verificare le condizioni dei cantieri edilizi e fabbricati privati, in stato di abbandono presenti sul territorio.

E’ una situazione che eredito”, aveva fatto sapere il primo cittadino. ” I cantieri edilizi in stato di abbandono sono il frutto di uno dei tanti problemi generati dalle previsioni urbanistiche del passato e su questa vicenda sin dal mio insediamento ho chiesto agli organi competenti di verificare sempre la situazione dal punto di vista igienico sanitario e della sicurezza. Attendo le risultanze dei sopralluoghi della Polizia Locale al fine di valutare l’eventuale adozione degli atti  conseguenti”.

Il dissequestro del cantiere e l’immediata firma di un’ordinanza di sgombero e di messa in sicurezza del fabbricato arrivò ben presto. La bonifica della struttura iniziò con la rimozione delle gru pericolanti.  Finalmente è arrivato il dissequestro e ora il Comune ha facoltà di intervenire per mettere fine al degrado e a possibili situazioni di pericolo”, aveva fatto sapere Menna.

Ad oggi il degrado continua. Il residence è ancora “terra di nessuno”.

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.