Banner Top
Banner Top

Cinquanta artisti pronti a immortalare la città

Il centro storico di Vasto trasformato in una grande galleria d’arte. E’ prevista la partecipazione di una cinquantina di artisti, provenienti da varie parti d’Italia, oltre che dall’Abruzzo, alla seconda edizione del concorso di pittura estemporanea “Vedute, scorci ed angoli del centro storico della città del Vasto”, organizzato dall’associazione Acm, con il patrocinio della presidenza del consiglio regionale e del comune di Vasto, in programma oggi.

Gli artisti che hanno garantito la partecipazione riempiranno i vicoli del centro storico e daranno vita sulle loro tele ad opere che ritraggono gli scorsi più belli della città. Il concorso è aperto sia a giovani talenti, sia a maestri d’arte fino alle’età di 80 anni, che potranno mettersi alla prova utilizzando le diverse tecniche pitoriche e mostrare le proprie abilità artistiche.

Sono previsti premi in denaro alle cinque opere migliori. Il primo classificato si vedrà consegnare 500 euro dalla giuria di esperti, i cui componenti verranno svelati direttamente la sera della premiazione.

Insomma, una bella iniziativa anche se non manca qualche appunto sulla quota d’iscrizione (30 euro) contestata da alcuni artisti locali. “L’arte è uno strumento di aggregazione socio-culturale, pertanto se si da occasione agli artisti di esprimersi attraverso un evento come l’estemporanea di pittura, per produrre delle opere, non si può chiedere loro dei soldi”, sostiene il pittore vastese Massimo Laporese, “molti artisti mi hanno detto che non aderisocno proprio perché questa formula del pagamento per esporre l’arte è assurda. notoriamente molti validi artisti, si rileva dalla storia, hanno condoto vita grama. Pochi hanno la firuna di essere celebri in vita. Occorre dare occasione a tutti gli artisti di esporre e farsi conoscere. Essendo l’estemporanea di pittura patrocinata da tutti gli enti locali ha anche una finalità di promozione turistica. Assurdo quindi porre un balzello”.

Diversa la versione degli organizzatori. “Siamo al corente delle contestazioni sulla quota di iscrizione”, dice Carlo Viggiano, presidente dell’Acm, “ma siamo un’associazione senza scopo di lucro e che per realizzare questo evento abbiamo sostemuto dei costi tali che è stato necessario ricorrere all’autotassazione. Ci sono inoltre dei premi in denarp per i primi cinque classificati. Il nostro obiettivo è dare vita ad un evento turisticp-culturale elevandone la qualità. Ma per fare questo abbiamo sostenuto dei costi”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.