Banner Top
Banner Top

Cbi, attesa per il vertice con Febbo

I lavoratori della Cbi di Gissi, azienda che produce ventilatori industriali, proseguono lo stato di agitazione in attesa dell’incontro che la proprietà dovrebbe avere con l’assessore regionale Mauro Febbo e il sindaco di Gissi, Agostino Chieffo nella prima decade di luglio. Al momento la fabbrica a rischio chiusura continua a lavorare. Trentuno lavoratori rischiano di restare senza lavoro. Sono tutti lavoratori con più di 50 anni che difficilmente potrebbero trovare lavoro altrove.

“Speriamo di ricevere notizie positive a luglio”, dice Angelo Angelucci, segretario provinciale della Cisl. Il 14 giugno in concomitanza con lo sciopero nazionale dei metalmeccanici i sindacati hanno organizzato anche un sit-in davanti alla fabbrica della Val Sinello. “Il sito produttivo di Gissi”, dice Angelucci “è uno dei siti migliori. Il fatturato è buono e così pure la qualità del prodotto. E’ assurdo chiudere un sito come quello di Gissi”. La Regione cercherà di scongiurare lo spegnimento degli impianti.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.