Banner Top
Banner Top

Sosta a pagamento, i nuovi parcometri abilitati ai bancomat

La data è quella del primo luglio e coincide con l’entrata in vigore dei parcheggi a pagamento alla Marina. Fra nove giorni ci sarà il fatidico cambio di gestione: alla Abaco, che in questi ultimi anni si è occupata dei 1.182 stalli presenti al centro e lungo la riviera, di cui 448 annuali e 734 stagionali, subentra la Trotta Bus Service di Roma, ditta che si è aggiudicato il servizio per il triennio 2019-2021. Tutti i dettagli relativi al passaggio di gestione sono stati al centro di un incontro operativo che si è svolto ieri in Comune tra l’assessore Gabriele Barisano, affiancato dal ragionier Michele Bevilacqua dell’ufficio patrimonio e i rappresentanti legali della ditta romana che ha vinto l’appalto indetto dall’ente dopo una serie infinita di proroghe.

La ditta dovrà sostituire i vecchi parcometri con nuovi e più moderni dispositivi di controllo della sosta. Operazione che richiederà un giorno o due, periodo durante il quale i cittadini potranno parcheggiare gratis nelle zone contrassegnate dalle strisce blu.

Dal 1° luglio prende avvio la nuova gestione”, spiega Barisano che contava di formalizzare il passaggio già nei mesi scorsi, “sono tante le novità per i cittadini e i turisti che potranno usufruire di abbonamenti giornalieri, settimanali, mensili, stagionali ed annuali. Chi è interessato potrà già dalla prossima settimana scegliere la formula preferita sia on line, sia recandosi negli uffici di via Michetti, di fronte al cinema Globo, gli stessi che venivano utilizzati dalla Abaco. Sono veramente soddisfatto”, aggiunge il delegato della giunta Menna, “perché dopo quattordici anni di proroghe siamo riusciti ad avere un nuovo gestore”.

Oltre alla possibilità di stipulare abbonamenti (circostanza non prevista nella vecchia convenzione), ci sono anche altre novità come l’introduzione della sosta breve (30 centesimi) e la rimodulazione delle tariffe: 50 centesimi per la prima ora e 1 euro per le ore successive. Il valore annuale presunto dei proventi derivanti dai parcheggi a pagamento è stimato in 332mila euro. Tra le innovazioni c’è anche quella dei nuovi parcometri elettronici che oltre a essere muniti di dispositivi anti-intrusione, daranno la possibilità di pagare con la tessera bancomat o con la carta di credito.

Ridefinite anche le aree a pagamento con l’inserimento dei posteggi presenti davanti al pontile e che ora sono gratis. La nuova gestione arriva dopo una lunga serie di “proroghe tecniche” concesse alla ditta che vinse l’appalto nel 2005 – quando la città era amministrata da un esecutivo di centrodestra – e che nel corso di questi anni ha cambiato più volte assetto societario.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.