Banner Top
Banner Top
Banner Top

Cbi, rischio chiusura. L’assessore Febbo incontra il direttore

Il silenzio dei responsabili della Cbi e le incertezze sul futuro dei 31 lavoratori sono stati inseriti dall’assessore regionale alle Attività produttive, Mauro Febbo nell’agenda delle priorità. “A breve”, ha confermato Febbo “incontrerò i vertici aziendali. Oggi (ieri)” spiega l’assessore regionale alle Attività Produttive, “ho già avuto un colloquio telefonico con il direttore della CBI SpA, Dario Melò. La settimana prossima ci aggiorneremo per definire un incontro in cui affrontare le problematiche inerenti lo stabilimento di Gissi”.

Trentuno lavoratori rischiano di restare senza lavoro a fine mese. Una settimana fa i sindacati hanno organizzato un sit-in davanti alla fabbrica della Val Sinello. La Cbi produce ventilatori industriali. Il sito produttivo di Gissi , a detta dei sindacati, è uno dei siti migliori. Il fatturato è buono e così pure la qualità del prodotto. L’eventuale chiusura sarebbe quindi ingiustificata. Eppure a fine mese gli impianti potrebbero essere spenti per sempre. I lavoratori non sanno neppure se sarà possibile accedere agli ammortizzatori sociali.

«Qualcuno ci dica qual è il nostro futuro», chiedono i lavoratori che hanno lanciato appelli anche su facebook. L’assessore Febbo ha raccolto l’appello e sta cercando di fare chiarezza sull’ennesima a vertenza del Vastese. Il gruppo appartiene a un fondo belga e ha fabbriche in Belgio e India.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.