Banner Top
Banner Top

Vasto, aggredisce i dipendenti e la segretaria

Attimi di paura ieri mattina in municipio. Un uomo poco più che trentenne, per questioni legate all’ubicazione della casa popolare, è andato in escandescenza aggredendo verbalmente il personale dell’ufficio e sollevando una scrivania. Le irruzioni per la verità sono state due. La prima volta gli amministratori, impegnati in una conferenza stampa, hanno sospeso la conferenza chiamando i carabinieri.

Poco prima delle 14 il giovane è tornato ed ha inveito contro la segretaria generale Angela Erspamer. Per fortuna non ha colpito nessuno. Nuovamente allertate le forze dell’ordine, sul posto è giunta una pattuglia del radiomobile dei carabinieri. I militari hanno allontanato per la seconda volta il giovane e riportato la calma, poi hanno raccolto le testimonianze dei presenti.

Il giovane affetto da una grave patologia insiste affinchè gli venga assegnato un alloggio popolare ai piani bassi dell’immobile dove attualmente occupa il quarto piano. Non è certo una decisione che spetta ad un dirigente comunale.

L’assegnazione di un alloggio deve seguire determinati criteri. L’appartamento che il giovane vorrebbe poi è occupato da altri. Il Comune non può certo sfrattarli. La situazione non è quindi affatto semplice.

“Purtroppo“, ha commentato il sindaco Francesco Menna non appena è stato informato dell’accaduto “non è sempre facile far comprendere ai cittadini che chi lavora in Comune non può prendere decisioni o provvedimenti senza seguire la legge. Tutti i cittadini sono uguali e nessuno può essere penalizzato o favorito. Per gli alloggi ci sono le graduatorie. Nei limiti del possibile cerchiamo di venire incontro alle esigenze di tutti, ma non sempre è facile. Oggi”, prosegue il sindaco Menna “quando quel giovane è arrivato in municipio io non c’ero. Altri mi hanno raccontato. Conosco il giovane e i suoi problemi. Capisco le sue esigenze. Il dolore fisico lo rende spesso irrazionale, ma il suo comportamento non può e non deve creare il panico in municipio”.

Purtroppo di episodi analoghi all’interno del comune di Vasto ne sono successi parecchi negli ultimi dieci anni. L’ex sindaco Luciano Lapenna subì diverse aggressioni. L’attuale sindaco nel 2017 collezionò tre aggressioni nel giro di poche settimane. Senza contare altre vicende avvenute nella sede dei Servizi sociali o all’ingresso degli uffici comunali distaccati di piazza Rossetti. Mai era accaduto che le irruzioni fossero due nel giro di due ore come accaduto ieri.

Tanti i messaggi di solidarietà arrivati in municipio. “Siamo sempre disposti ad ascoltare tutti”, dice il sindaco Francesco Menna. “Non è con la violenza che vanno affrontati i problemi. Mi dispiace che i dipendenti che facevano il loro dovere siano stati ancora una volta spaventati”.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.