Banner Top
Banner Top

Vasto, una corsa per salvare il tribunale

La mobilitazione per la difesa del Tribunale di Vasto si arricchisce dell’evento sportivo che si svolgerà domenica 9 giugno alle 9.30 partendo dalla scalinata del Palazzo di Giustizia con una corsa-allenamento di 10 chilometri per i più provetti e una camminata di 5 chilometri per chi vorrà semplicemente manifestare.

Il percorso scelto è quello della memoria. Un tuffo nel passato nei luoghi che a Vasto hanno ospitato gli uffici giudiziari dalla data della sua istituzione avvenuta 75 anni fa: Palazzo d’Avalos, Palazzo Genova Rulli, la Domus Pacis e l’attuale sede in via Bachelet.

La presentazione dell’evento nell’aula consiliare del Comune di Vasto ha visto accanto al sindaco Francesco Menna i sindaci dei comuni di San Salvo Tiziana Magnacca e di Monteodorisio Saverio Di Giacomo e il vice sindaco di Lanciano, Giacinto Verna. E’ stato quest’ultimo a lanciare un appello ai cittadini del territorio del Vastese e dell’area Frentana affinchè partecipino alla manifestazione con “impegno civico e in difesa del diritto di giustizia attraverso lo sport“.

L’evento intitolato “Di corsa tutti insieme per i tribunali aperti ripercorrendo la storia”, è stato organizzato da Incoronata Ronzitti, funzionario del Tribunale di Vasto, in collaborazione con l’avvocato Pasqualino Onofrillo e tutte le società sportive della zona.

Alla presentazione erano presenti il presidente dell’Ordine degli avvocati di Vasto, Vittorio Melone e il procuratore capo della Repubblica di Vasto, Giampiero Di Florio.

Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ha esortato il territorio ad unirsi. “E’ importante la presenza di tutti i cittadini del territorio del Vastese – ha detto la Magnacca ” ad una manifestazione in difesa del diritto di giustizia”.

Intanto il presidente e il Consiglio dell’ordine continuano la loro battaglia in difesa del tribunale ma si dissociano dal percorso e dai commenti dell’avvocato Angela Pennetta . “Il Consiglio”, annota l’Ordine “ribadisce che le iniziative istituzionali in corso sono e saranno sempre nell’ottica della collaborazione con tutte le Istituzioni al fine di scongiurare la chiusura del Tribunale apprezzando ciò che finora è stato fatto e quanto è stato calendarizzato. Lo scopo dello sciopero dal al 7 giugno è orientato a evitare la chiusura del presidio di legalità evitando personalismi “.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.