Banner Top
Banner Top
Banner Top

Salmonella nel Torrente Cena, indagini dello Zooprofilattico

Sono stati inviati all’Istituto Zooprofilattico d’Abruzzo e Molise i campioni di acqua del torrente Cena contagiati dalla salmonella e a breve gli esperti comunicheranno i risultati. La notizia è confermata dal sindaco di Cupello, Fernando Travaglini. Dall’esito delle analisi dipenderanno i successivi accertamenti che dovranno individuare la fonte di inquinamento.

“Al momento”, dice Travaglini “l’Arta mi ha detto di predisporre la segnaletica di divieto dell’utilizzo dell’acqua del torrente in corrispondenza del Civeta e della terza vasca che è stata sequestrata dalla Procura. Non è stato però ancora stabilito se la fonte di inquinamento sia proprio quella vasca o meno. Di sicuro, gli enti preposti alla salavaguardia della salute pubblica stanno lavorando per questo. I cittadini devono stare tranquilli”.

L’allarme e’ scattato il 29 aprile dopo l’esito degli esami diffusi dall’Arta sui prelievi effettuati lungo il corso del fiume. L’analisi delle acque ha accertato il precario stato di salute del corso d’acqua che attraversa tutta valle Cena e che viene utilizzato anche a scopo irriguo. Il sindaco Travaglini ha subito diffuso una ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua. Ma a cittadini e agricoltori non basta. Vogliono chiarezza e soprattutto vogliono sapere se quella vasca di rifiuti sotto sequestro costituisce un pericolo o meno.

La loro preoccupazione è condivisa dai sindaci di Vasto e San Salvo, Francesco Menna e Tiziana Magnacca e da molti colleghi del territorio. “Grazie al lavoro puntuale e certosino dell’ Arta”, dice Fernando Travaglini “nonché della preziosa collaborazione fornita dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise , presto avremo delle risposte“.

Le verifiche sulla salubrità delle acque del Vastese diventeranno una costante ed una regola, a garanzia della salute dei cittadini e dei prodotti agricoli del territorio. I risultati delle nuove analisi sono attese da cittadini e agricoltori di Cupello. Nel caso in cui la presenza del batterio non venisse più riscontrata, il Comune annullerebbe subito il divieto. È quanto sperano gli allevatori di bestiame e i proprietari di terreni. Il torrente Cena non è comunque l’unico fiume ad essersi ammalato.

In passato, anche nelle acque del Trigno e del Buonanotte erano state trovate tracce di salmonella. In generale, il quadro dei fiumi abruzzesi non è affatto confortante. I casi di inquinamento segnalati dall’Arta sono numerosissimi e diffusi, soprattutto per quanto riguarda la contaminazione delle acque sotterranee da nitrati, ammonio e solventi clorurati. “Sulla vicenda del torrente Cena, è bene aspettare la risposta dell’Istituto Zooprofilattico, sperando che venga individuata al più presto la causa della contaminazione e che la stessa possa essere rimossa“, conclude Travaglini.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.