Banner Top
Banner Top

Punta Penna e Vignola ok, Vasto Marina è fuori

La città conquista un’altra bandiera blu, ma il prestigioso vessillo della Fee continua a non sventolare sulla spiaggia di Vasto Marina esclusa per il settimo anno consecutivo. Ancora una volta, come era già successo in passato, sono state premiate Punta Penna, nella riserva naturale di Punta Aderci e Vignola. Un importante tratto della costa vastese resta dunque fuori dal riconoscimento che si fonda sul rispetto di 32 criteri che vengono esaminati dalla giuria della Fee prima di emettere il verdetto.

Al primo posto c’è il parametro della qualità delle acque di balneazione,  che deve essere ineccepibile e tracciata attraverso campionamenti ed analisi. E da questo punto di vista la spiaggia di Vasto Marina, pur presentando valori in linea con quelli richiesti,  paga lo scotto di un “incidente di percorso” accaduto nel 2012, quando si verificò uno sversamento di liquami a Fosso Marino, il canale che sfocia nei pressi del pontile, al centro del litorale.

Da quella data sono stati diversi gli interventi messi in campo sia dalla Sasi, sia dal Comune per evitare scarichi in mare. Sta di fatto che la spiaggia di Vasto Marina, secondo la Fee,  non ha ancora le carte in regola per riottenere il vessillo, pur potendosi fregiare della bandiera verde, il riconoscimento assegnato dai pediatri italiani alle spiagge a misura di bambino, dotate di un ampio arenile, di fondali bassi, di attrezzature per i più piccini e di servizi per le famiglie.

“Gli ultimi rilievi indicano che il problema a Fosso Marino è stato superato, ma per riottenere la bandiera blu in quel tratto occorre garantire continuità”, spiega l’assessore al turismo Carlo Della Penna, che ha ritirato il vessillo della Fee a Roma, “spero che il prossimo anno anche in quel tratto di costa possa tornare a sventolare la bandiera blu. Nel frattempo Vasto può avvalersi di un riconoscimento dal forte potenziale attrattivo nei confronti dei turisti. Bandiera blu significa qualità delle acque marine ma anche depurazione, gestione dei rifiuti, servizi e sicurezza sulle spiagge, tutto ciò che può contribuire a rendere la vacanza un ottimo ricordo. Questo abbiamo cercato di fare e continueremo a fare a Vasto”.

Fiduciosa è anche la collega Paola Cianci. “Siamo sulla buona strada”, attacca l’assessore alle politiche ambientali, “l’eccellente qualità delle acque rilevate dall’Arta in vari punti dei 16 Km di costa vastese è un biglietto da visita che ancora una volta ci porta ad essere il fiore all’occhiello dell’Abruzzo dal punto di vista ambientale. E’una bella notizia che ci fa ben sperare in un futuro sempre piu sostenibile per la nostra città”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.