Banner Top
Banner Top

Debiti col Comune: “Condonate interessi e sanzioni”

I cittadini in difficoltà economiche possono risolvere la loro situazione debitoria con il Comune “rottamando” le pendenze dovute per il mancato pagamento del bollo auto,  multe e tassa sui rifiuti. Tale possibilità è prevista dal Decreto Crescita che consente la rottamazione di tutte le ingiunzioni di pagamento notificate dagli enti locali ai contribuenti nel periodo che và dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. A chiedere che il comune di Vasto aderisca sono i consiglieri comunali Alessandra Cappa e Davide D’Alessandro, firmatari di una mozione da inserire nell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale.

“Con il Decreto Crescita, varato dal Governo, c’è un duplice beneficio: per i cittadini vastesi e per il nostro Comune”, spiegano i due esponenti della Lega, “ecco perché abbiamo presentato con urgenza una mozione che impegni il sindaco Francesco Menna ad agire in fretta. Chi è in difficoltà economiche potrà risolvere le proprie pendenze e liberarsi di pesi economici gravosi, recuperando magari la serenità smarrita proprio a causa di tali pendenze. Il Comune, dal canto suo, potrà incassare, a date certe, grosse somme di denaro che, altrimenti, nella maggior parte dei casi non avrebbe recuperato o, al più, avrebbe recuperato dopo anni”.

Per Cappa e D’Alessandro si tratta di “una grande opportunità da cogliere al volo senza fare troppa filosofia sul termine rottamazione o, peggio, su vantaggi e svantaggi, anche perché con questo Decreto di evidente c’è soltanto un vantaggio, anzi un doppio vantaggio: per i cittadini e per il Comune. In un contesto economico così complesso”, aggiungono i due esponenti della minoranza, “non certo per responsabilità di chi è arrivato al Governo da meno di un anno, ci sembra che il Decreto vada nella direzione auspicata da tanti. La rottamazione riguarda tutte le ingiunzioni di pagamento notificate dagli Enti locali ai contribuenti nel periodo che va dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. Il Governo ha agito. Adesso tocca al Comune”.

Nel corso del 2018 grazie alla rottamazione delle cartelle Equitalia sono entrate nelle casse municipali 200mila euro, grazie alla possibilità concessa dalla legge 193 del 2016, che ha consentito ai contribuenti vastesi di sanare i debiti  dovuti per le sanzioni relative alle imposte comunali (Ici/Imi, Tarsu, Tosap), annullando le loro posizioni debitorie .

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.