Banner Top
Banner Top

Premi di risultato a ex dirigenti. Il Comune sborsa 30mila euro

Dai 14.316 euro lordi corrisposti ad un ex dirigente, ai 7.451 euro destinati alla ex segretaria generale, entrambi in pensione. Oltre alle somme  liquidate all’attuale dirigenza, per un totale di oltre 30mila euro. Ammontano a cifre di tutto rispetto i premi di risultato erogati dal Comune alle figure apicali nel mese di gennaio, a titolo di compenso per i risultati prodotti dagli stessi dirigenti nel 2017 ed in base ad un sistema di misurazione e valutazione della performance approvato con una delibera di giunta del 2012. Quanto basta per accendere la polemica delle minoranze consiliari, che lamentano anche la pubblicazione delle determine all’albo pretorio on line solo dopo un accesso agli atti presentato in data 8 marzo.

“Pensiamo che sia assolutamente fuori luogo, in un momento in cui il Comune sta riducendo ed esternalizzando tanti servizi per cercare di realizzare improbabili risparmi, premiare lautamente i dirigenti dell’ente con cifre a quattro zeri”, attaccano Vincenzo Suriani e Francesco Prospero di Fratelli d’Italia-An, “si parte infatti dai 14.316 euro lordi corrisposti a gennaio 2019 ad un ex dirigente attualmente in pensione, per arrivare ai 7.451 euro destinati a un ex segretario comunale, anche esso in pensione. E, al di là dei premi dati al personale oramai in quiescenza, non sono stati fatti neppure risparmi sulla attuale dirigenza, tutta “premiata” con importi che raggiungo anche i 5.000 euro. In un momento di crisi economica, in cui molti cittadini fanno fatica a pagare tributi e imposte sempre più gravose, riteniamo semplicemente assurdo che il comune di Vasto attribuisca premi di risultato per comprensivi 36.194 euro ai suoi alti dirigenti”, incalzano i due consiglieri del partito di Giorgia Meloni, “dispiace inoltre segnalare che, mentre l’ultima volta i premi di risultato dei dirigenti furono comunicati sull’albo pretorio al momento della liquidazione, quest’anno la liquidazione dei premi è avvenuta in totale assenza di pubblicazioni sull’albo pretorio, e la successiva pubblicazione delle determinazioni numero 154 e 155, che autorizzavano il pagamento di gennaio, sia avvenuta solo in data 14 marzo, ovvero sei giorni dopo la protocollazione della nostra richiesta di accesso agli atti.”

Secondo i due esponenti del centrodestra “quello che avviene in Comune è inconcepibile, dal punto di vista procedurale, della trasparenza e del merito. Continueremo incessantemente a denunciare agli organi di vigilanza preposti, come la Corte dei Conti, le “stravaganze” procedurali della attuale amministrazione, che agisce con approssimazione e poca trasparenza con scarsi risultati che sono sotto gli occhi di tutti”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.