Banner Top
Banner Top

“Dolore immenso, siamo scioccati”

Dolore e incredulità. La città fa fatica ad accettare la morte improvvisa di Linda Ialacci. “Linda non c’è più e io non riesco a crederci”, dichiara Giancarlo Spadaccini presidente della Vasto basket. “La notizia della sua morte ha colto tutti noi di sorpresa. Linda era il basket, a Vasto, come a San Salvo a Lanciano e in tutto l’Abruzzo”.

Nel quartiere dei Salesiani, dove Linda ha mosso i primi passi e tenuto a battesimo tanti ragazzi, sono tutti sconvolti. “La sua morte ha tagliato il nostro cuore in due”, dice Luigi Cicchini direttore sportivo della Vasto basket. “Linda partì con noi nel 1997. Ha fatto la storia della pallacanestro. Il basket ha perso una costola. Il dolore è immenso. Indescrivibile. Quando accadono queste cose ti rendi conto della caducità della vita. Un grande abbraccio alla famiglia che deve affrontare adesso questo grave lutto”.

Da Campli a San Salvo, Linda Ialacci era riuscita a farsi conoscere e a farsi voler bene. “Ho ricevuto un messaggio e speravo di aver capito male”, dice Anna Boleto, direttore di Conad Pianeta e co-presidente nonchè supporter della Vasto basket. “Quando mi è stata confermata la disgrazia sono rimasta senza parole. Scioccata”, dice Anna Boleto. “Non riesco ancora a credere che sia vero. E’ ingiusto. Linda era una persona amabilissima. Il prototipo della donna forte e dinamica. Incarnava lo spirito dello sport. Siamo tutti con la famiglia”.

Profondamente turbato anche il sindaco di Vasto, Francesco Menna. “Linda Ialacci era il basket vastese”, dice il sindaco. “E’ stata allenatrice di mia sorella Roberta nonchè vicina di casa. Linda era una bella persona con un cuore immenso e una volontà di ferro. La sua morte coglie tutti impreparati”.

Dello stesso parere l’ex assessore del comune di San Salvo, Angiolino Chiacchia. “Linda“, ricorda l’ex assessore “ha allenato a San Salvo la squadra maschile degli Amici del basket riuscendo ad ottenere due promozioni consecutive. Sono incredulo e addolorato per la sua morte improvvisa e inaspettata. Linda era la vita. Difficile pensare che non ci sia più”.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.