Banner Top
Banner Top

Scarichi di acqua reflue, assolti Petroro e Chiacchia

Il comportamento degli indagati nella gestione dell’isola ecologica era legittimo. L’ex vice sindaco di San Salvo, Angiolino Chiacchia e l’imprenditore Gianni Petroro, sono stati assolti dal giudice del Tribunale di Vasto, Stefania Izzi al termine di una vicenda giudiziaria durata oltre 5 anni.

Angiolino Chiacchia è stato assistito dall’avvocato Fiorenzo Cieri, l’imprenditore Gianni Petroro ha affidato la sua difesa all’avvocato Alessandro Orlando. I due finirono in giudizio perchè accusati di aver permesso a novembre 2013, che venissero scaricate nella zona industriale, acque reflue provenienti dal centro raccolta comunale dei rifiuti urbani differenziati in assenza di una autorizzazione provinciale.

Il primo,  secondo l’accusa aveva commesso il reato in veste di proprietario del centro raccolta rifiuti urbani differenziati, nonchè assessore delegato all’ambiente. Il secondo in veste di rappresentante della Sapi srl, la società mandante del raggruppamento di imprese che gestisce il centro raccolta.

Dopo aver analizzato la nutrita documentazione prodotta dalla difesa, il giudice ha ritenuto legittimo il modus operandi dei due imputanti, assolvendoli. La difesa ha mostrato documenti dai quali emerge che il Comune di San Salvo, chiese l’autorizzazione alla Provincia e nella scheda tecnica erano specificate anche le caratteristiche dello scarico.

Il comportamento del vice sindaco nonchè assessore sarebbe quindi stato corretto. Petroro poi era accusato di non aver apposto una adeguata cartellonistica indicante le regole per il conferimento dei rifiuti e il contenimento dei rischi. Nella motivazione della sentenza il giudice parla di insussistenza del fatto e in particolare della non attribuibilità penale di eventuali irregolarità agli imputati. Lo stesso pubblico ministero ha chiesto l’assoluzione degli imputati. Grande la soddisfazione dei difensori e ancora più degli accusati che hanno sempre ripetuto di avere agito nel rispetto della legge. Si abbassa quindi il sipario su una vicenda che all’epoca aveva creato tantissimo clamore.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.