Banner Top
Banner Top

“Una donna in rappresentanza di Vasto e del suo comprensorio”

 

Vastese, 48 anni,  imprenditrice nel settore abbigliamento e ristorazione, è candidata alle Regionali del 10 febbraio nella lista della Lega, lista che a sua volta appoggia Marco Marsilio, il presidente proposto dalla coalizione di centrodestra. Prima dell’ingresso nel partito di Salvini, avvenuto un anno fa, è stata consigliere comunale di Vasto, prima in una lista civica, poi riconfermata con Alleanza Nazionale.

Sabrina Bocchino, la prima domanda è d’obbligo. Perché l’adesione alla Lega di Salvini?

Mi lasci dire subito che la mia adesione risale al febbraio dell’anno scorso, quando la Lega, lontana ancora dai consensi attuali, non aveva “sfondato” a sud. Ho sempre aderito, per convinzione e per sentimento, alla destra. La scelta di avvicinarmi a Salvini risponde alla necessità di far convergere voti, speranze ed energie attorno ad una persona che, giorno dopo giorno, sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per imprimere una svolta significativa alla politica. L’Abruzzo ne ha bisogno.

Quali i punti qualificanti del suo programma?

Prendiamo Vasto, il suo comprensorio, la provincia di Chieti. Non è stato ancora sventato del tutto il pericolo della chiusura dei cosiddetti tribunali minori. Perché poi debbano essere chiamati minori me lo devono spiegare. Si tratta, penso a Vasto e Lanciano, per limitarmi alla nostra provincia, di altrettanti presidi di legalità, procure che sono fisicamente vicine ai territori e ai cittadini. Mi batterò da subito quindi per la permanenza dei tribunali. C’è poi il discorso dell’entroterra, dimenticato dalla politica fallimentare di D’Alfonso, che necessità di un rilancio, a cominciare dall’adeguamento della rete stradale. Penso, in buona sostanza, alle enormi potenzialità dell’Abruzzo, vale a dire turismo e capacità imprenditoriali in ogni settore, potenzialità che vanno sostenute ed aiutate. Penso al problema della sicurezza, così caro alla Lega. Mi impegnerò perché siano installate le telecamere di sicurezza negli asili, nelle scuole e nelle case di riposo, oltre al loro potenziamento nelle strade. Un altro punto per il quale mi batterò è quello relativo all’assegnazione delle case popolari con priorità agli Abruzzesi, agli Italiani. Non trovo giusto che gli stranieri, anche in questo campo, vengano equiparati alla popolazione residente. Si tratta, spesso, di immigrati dei quali cui non sappiamo nulla.

Qualche problemino non manca all’interno della coalizione di centrodestra. Mi riferisco per esempio all’Udc …

Il principio è che non vogliamo persone compromesse con D’Alfonso.

La prima cosa che farà una volta eletta?

Guardi, sto facendo una campagna elettorale a stretto contatto con le persone, coi loro bisogni, le loro speranze, anche con la rabbia che hanno accumulato in questi ultimi cinque anni. Si tratta di un confronto aperto e diretto, che durerà per i cinque anni della legislatura regionale che va a cominciare. Ho come punto di riferimento solo gli Abruzzesi, non gruppi di pressione, tantomeno i poteri forti: non è nel mio stile. Non faccio promesse miracolistiche, ma, con i piedi ben piantati a terra, guardo a quello che si può fare da subito e a lungo termine. Vedo che la gente mi apprezza per questa mia impostazione sobria e concreta, vedo che tanti mi incoraggiano e mi sostengono. Per me è motivo di orgoglio. Ma voglio rispondere alla sua domanda. Per prima cosa a Palazzo dell’Emiciclo devono capire che la provincia di Chieti fa parte dell’Abruzzo.

Una provincia un po’ dimenticata forse …

È nei fatti, purtroppo.

Una curiosità. Cosa ha detto a Salvini quando è venuto a Vasto per la campagna elettorale?

Ho incontrato Salvini più di una volta. Sa trasmettere entusiasmo. Gli basta uno sguardo, una breve frase. Capisce al volo. Mi faccia aggiungere una cosa: sarebbe bello se questo territorio, massacrato da una sinistra incapace, fosse rappresentato da una donna.

La Redazione

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.