Banner Top
Banner Top

Calci al detenuto, il Garante: “tutelare tutti”

Sul tentativo di fuga di un detenuto dal carcere di Campobasso e sulle modalità con cui è stato bloccato, il Garante regionale dei diritti della persona in Molise Leontina Lanciano ha incontrato i vertici della struttura penitenziaria e il detenuto. “La questione merita attenzione e riflessione oltre l’impatto emotivo immediato. Non esistono fazioni, esiste il diritto a tutela di tutte le figure della società, anche quelle che hanno commesso errori e sono momentaneamente private della libertà. In ogni caso, l’accaduto non potrà inficiare o far nascere dubbi sul servizio svolto quotidianamente, in condizioni spesso complesse, dalla Polizia penitenziaria”.

“Non è semplice giudicare un fatto simile – dichiara il segretario generale del Sappe Donato Capece Ma se è censurabile e ingiustificabile la reazione dell’agente, seppur conseguenza della concitazione del momento, va detto con chiarezza che le prime responsabilità della tentata evasione sono di chi ha giudicato il detenuto non in grado di camminare”.

IL FATTO. Nel pomeriggio ieri 31 gennaio un detenuto 37enne recluso nella struttura penitenziaria per rapina e furto, a seguito di una patologia, era stato autorizzato all’uso delle stampelle. Dopo una visita medica all’ospedale, nel suo rientro in carcere, scende dall’automezzo della Polizia penitenziaria riuscendo a divincolarsi e a eludere il controllo degli agenti per poi fuggire in strada mentre il cancello di accesso alla struttura si stava chiudendo. Immediato l’intervento dei poliziotti che, dopo aver rincorso l’uomo per alcuni metri, sono riusciti a bloccarlo.  (Ansa)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.