Banner Top
Banner Top

Menna: qui la capitale della Costa dei Trabocchi

“Una città in crescita dal punto di vista anagrafico, produttivo e turistico, con una ambizione: diventare la capitale della Costa dei Trabocchi”. E’ un bilancio positivo quello tracciato ieri dal sindaco Francesco Menna che, nel respingere al mittente le accuse di spendere troppo per lo staff e per le feste, ha elencato le iniziative portate avanti nel 2018 e i progetti su cui puntare nel 2019, non senza aver rivendicato la lotta all’evasione e senza fare mistero di una serie di problematiche ancora al palo come la variante al piano regolatore, la bonifica della discarica di Vallone Maltempo e  la pista ciclabile di Vallone Lebba completamente abbandonata al degrado e disseminata lungo il percorso di cumuli di rifiuti.

UNA CITTA’ CHE CRESCE“La popolazione continua a crescere”, attacca il sindaco, al 30 novembre scorso i residenti ammontavano a 41.510 unità, un dato quindi in leggero incremento rispetto ai 41.433 residenti al 31 dicembre 2017.  Le attività commerciali complessivamente aperte nel 2018 sono state pari a 258 a fronte delle 244 avviate l’anno precedente. In costante aumento anche le presenze turistiche come dimostrano i dati oggettivi sull’imposta di soggiorno il cui gettito ha subito un incremento nonostante due casi di evasione venuti allo scoperto durante i controlli degli uffici. Le attività ricettive, che risultano non aver versato la tassa, sono state segnalate alle autorità preposte”.

LOTTA ALL’EVASIONE – Il risultato che Menna rivendica più degli altri è aver istituito l’ufficio comunale delle entrate al pianterreno dell’edificio comunale, una sede rinnovata che facilita anche l’accesso dell’utenza diversamente abile.

“Stiamo portando avanti la lotta all’evasione nel rispetto delle leggi e delle regole”, sottolinea, “per portare a galla quelle sacche di evasione e per rispetto dei cittadini onesti che pagano le tasse. Nel triennio 2019/2021 dovrà essere riorganizzata l’area relativa al monitoraggio ed al controllo delle entrate tributarie del Comune di Vasto, al fine di migliorare la capacità di riscossione dell’ente. Si sta lavorando a creare una banca dati unica del contribuente con utilizzo di un’unica piattaforma disponibile e fruibile da parte degli utenti stessi”.

OPERE PUBBLICHE – Per il capo della giunta è prioritario, per il triennio 2019-2021, lavorare alacremente per l’ampliamento del Cimitero e nella direzione del consolidamento di quelle zone del territorio a rischio di dissesto idrogeologico come via Adriatica e la scalinata del Parco Muro delle Lame, la Loggia Amblingh, piazza Marconi, via San Biagio II, Via Vilignina, via Santa Lucia, viale Marinai d’Italia.

“La Giunta continuerà ad adoperarsi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione Abruzzo per ottenere i finanziamenti dei progetti  esecutivi, ma privi di adeguata copertura economica. Sono unanimemente giudicati strategici gli investimenti rispetto al sistema comunale di gestione dei rifiuti: il Centro di Raccolta ed il Centro del Riuso. Entrambe le opere sono state definitivamente approvate dalla giunta comunale e sono ora in fase di appalto”.

NUOVE ASSUNZIONI – Non è mancato un passaggio, anche se molto generico,  sulla dotazione organica dell’ente. Il sindaco ha garantito che ci saranno nuove assunzioni e che quindi verranno indette nuove procedure concorsuali, senza però precisare il numero degli operatori da reclutare. La priorità, in ogni caso, và agli agenti di polizia municipale, in virtù delle gravi carenze di organico che si registrano al Comando di piazza Rossetti. Ma bisogna anche fare i conti con i limiti di copertura del turn over.

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE – La delibera con cui è stato formalmente avviata la procedura di revisione del vigente piano regolatore generale (Prg) risale al 29 marzo 2018, è stato istituito un apposito tavolo tecnico al fine di valutare le proposte di modifica che si intendono assumere, ma non ci sono stati passi avanti concreti. Su una cosa però Menna è stato perentorio: l’obiettivo dell’amministrazione è dare attuazione al recupero del patrimonio edilizio esistente, puntando al contenimento del consumo di suolo e dando priorità  al riuso e alla rigenerazione edilizia del suolo edificato esistente.

Anna Bontempo (Il Centro)

  • 20190107_155215
  • 20190107_155146
  • 20190107_155202
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.