Banner Top
Banner Top

Tra la Vastese e De Filippis è di nuovo amore

Pino De Filippis è stato chiamato a Vasto con il chiaro intento di migliorare l’attuale organico a disposizione di Fabio Montani. Dopo il fallimento del mercato estivo, che tra dirigenti, tecnico e giocatori ha già fatto morti e feriti, la società biancorossa ha preferito puntare sull’usato sicuro e, di conseguenza, la scelta non poteva che ricadere sull’ex portiere della Pro Vasto, da anni apprezzato direttore sportivo.
“Per lui – recita il comunicato della società – un ritorno in biancorosso in un rinnovato abbraccio nell’ambito di un rapporto particolarmente intenso, tra esperienze da giocatore ed incarichi dirigenziali”.
Pino De Filippis, 54 anni, torna in biancorosso per l’ennesima volta dopo essere andato via poco più di diciassette mesi fa: il Presidente Franco Bolami ed il coopresidente Pietro Scafetta gli hanno dato carta bianca per le prossime operazioni di mercato. Lui si è messo già a disposizione e lavorerà a stretto contatto sia con il direttore generale Fabrizio Masciangelo che con il tecnico Fabio Montani con il quale, come si ricorderà, qui a Vasto sono stati compagni di squadra venti anni fa.
“Con Masciangelo e Montani siamo d’accordo su tutto – le sue prime parole – in caso contrario non avrei mai accettato l’incarico. Ne parliamo da diversi giorni, ha visionato la squadra sia con il Campobasso che con il Montegiorgio. Adesso si tratta di lavorare e volare basso: in questo momento dobbiamo solo pensare a fare punti per conquistare quanto prima la quota salvezza.”
Nel mercato che inizierà nei prossimi giorni la squadra sarà rinforzata, soprattutto in difesa e a centrocampo.
“E’ vero – ha aggiunto il neo diesse – perché in avanti siamo abbastanza a posto. La notizia del giorno è la conferma di Leonetti: lunedì sono stati qui a Vasto i dirigenti del Cesena, la società li ha ascoltati ma, alla fine, ha deciso di tenersi il giocatore, un attaccante che in questa categoria ha già dimostrato di fare la differenza. Per il resto è chiaro che miglioreremo l’organico: finora la squadra ha preso troppi gol, non va bene. Lavoreremo per sistemare la fase difensiva che non può non riguardare anche il centrocampo.” 
Un altro punto debole della Vastese di questa prima fase della stagione è stato rappresentato dai numerosi cartellini rossi e gialli, segno di nervosismo e scarsa professionalità
“Un aspetto che va corretto da subito perché non è pensabile prendere le squalifiche che ha preso la squadra finora.Troppi cartellini. Parleremo e, di concerto con Mastrangelo e Montani, risolveremo il problema”.
Solo un accenno alla sfida di domenica con il Real Giulianova.
“Una vittoria, dopo quelle ottenute contro Montegiorgio e Notaresco, sarebbe tanta roba perchè prima raggiungiamo la quota salvezza è meglio è. “

Gaetano Quagliarella (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.