Banner Top
Banner Top

Vigili, concorso per il capo e autonomia del servizio

Un nuovo assetto organizzativo interno con l’accorpamento di alcuni  nuclei e l’indizione del concorso pubblico per la nomina del comandante. Sono alcune delle novità previste nel nuovo regolamento della polizia municipale messo a punto dall’assessore Gabriele Barisano, il quale, pur non avendo più la delega alla polizia municipale (assegnata nei mesi scorsi al collega Luigi Marcello), ha voluto mantenere fede all’impegno preso in consiglio comunale. La questione non è di poco conto. Sono anni che i vigili urbani e la segreteria regionale del Diccap sollecitano l’amministrazione comunale a rivedere il documento approvato dalla precedente giunta undici giorni prima della scadenza del mandato elettorale di Luciano Lapenna. Le ragioni sono formali e sostanziali.

“Sei mesi fa nel respingere una mozione presentata dal Movimento 5 stelle mi sono impegnato a rivedere il regolamento per modificarlo e attualizzarlo alle recenti disposizioni legislative”, spiega Barisano, “ho mantenuto l’impegno e, dopo averne parlato con la mia maggioranza,  ho consegnato la bozza  del documento al collega Marcello e alla presidente della Commissione consiliare Maria Molino affinchè venga avviato l’iter che culminerà con la definitiva approvazione da parte dell’assemblea civica. Nel predisporre il documento ho tenuto conto del lavoro di raccordo fatto in questi mesi con i sindacati e con il personale, muovendomi nel  solco del rispetto delle leggi.  Quali sono le modifiche apportate? Innanzitutto è stato modificato l’assetto interno del Comando con l’accorpamento di alcuni nuclei”, aggiunge l’assessore, “per quanto riguarda invece la nomina del comandante verrà indetto un concorso pubblico così come previsto dalla legge. L’altro aspetto, oggetto di critiche e polemiche da parte del personale, è quello legato alla presenza di un dirigente esterno, questione che sarà superata nel momento in cui ci sarà una figura apicale vincitrice di procedura concorsuale”.

La situazione della polizia municipale, il cui organico notoriamente sottodimensionato è ormai ridotto al lumicino a causa dei trasferimenti fatti negli ultimi tre anni, è uno dei punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale convocato dal presidente Mauro Del Piano per oggi alle 13, ma destinato a slittare alle 9.15 del 26 novembre in seduta di seconda convocazione. Dopo essersi visti bocciare dalla maggioranza un pacchetto di proposte sulla sicurezza (tra cui figurava anche l’istituzione del turno di notte della polizia locale), le minoranze sono tornate alla carica.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.