Banner Top
Banner Top

Sechi e l’handicap: ho creduto di essere uno scarto

“E’ il pubblico più numeroso che abbia mai visto durante il mio tour”. Ha esordito così Massimiliano Sechi, entrando a bordo della sua carrozzina nell’auditorium della parrocchia San Paolo. Ad attenderlo quattrocento persone, una presenza così massiccia che neanche gli organizzatori, Luciana Salvatorelli e Roberto Colanzi dell’associazione vastese “Il buco nel tetto”,  si aspettavano.

Massimiliano ha subito incantato la platea, coinvolgendo il numeroso pubblico con un messaggio di positività contagioso. Il racconto della sofferenza vissuta a causa della sua grave disabilità (è nato con una grave malformazione agli arti inferiori e superiori) –senza mai rasentare il vittimismo – è la dimostrazione che nella vita “non ci sono scuse e che può essere meravigliosa nel momento in cui ci rendiamo conto della nostra unicità”. E’ riuscito a trasformare il suo handicap in una opportunità.

Per tanti anni ho creduto di non avere uno scopo nella vita”,  dice il giovane sardo, “volevo dimostrare ai miei genitori di non essere uno scarto, spesso mi sono sentito in colpa di essere nato e di esistere, ma poi ho capito che questo corpo mi serviva per essere quello che sono, cioè unico. Quello che vedete scritto sulla maglietta (“Noexcuses”) non è uno slogan, è uno stile di vita”.

Massimiliano è una forza della natura, travolgente. Riesce anche a fare dell’ironia sulla sua disabilità. Racconta la sua vita, quello che è riuscito a fare e i limiti che ancora ha (“non riesco a stirare”), ma lavora e ha accanto una donna stupenda. E’ stato un incontro emozionante, indimenticabile per chi ha  ascoltato Sechi parlare ininterrottamente per due ore e mezza con una forza ed una grinta non comuni. Prima dei saluti Massimiliano ha ricevuto in dono dall’assessore alle politiche sociali del comune di Vasto, Lina Marchesani la statuetta del monumento alla Bagnante, uno dei simboli della città.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.