Banner Top
Banner Top

“La giunta decida sulla quarta discarica”

Netta contrarietà alla realizzazione della quarta vasca da 480mila metri cubi nelle adiacenze del polo impiantistico del Civeta e mandato al sindaco Manuele Marcovecchio e alla giunta municipale di rappresentare tale volontà alla Regione Abruzzo. E’ di questo tenore l’ordine del giorno presentato dal capogruppo della lista civica “Il Cambiamento”, Camillo D’Amico che, per poter discutere in aula dell’argomento, ha chiesto la convocazione dell’assemblea civica.

L’obiettivo del rappresentante della minoranza è quello di “stanare” l’amministrazione comunale che finora non ha ancora preso posizione pubblica su una vicenda che vede crescere giorno dopo giorno la mobilitazione dei cittadini contro il progetto della Cupello Ambiente, la società che per conto del Civeta gestisce la terza vasca, la cui durata si è drasticamente ridotta a causa del continuo afflusso di rifiuti provenienti da fuori Regione.

“Il documento è aperto alla sottoscrizione di altri consiglieri, sia di maggioranza, sia di minoranza che condividono la finalità”, spiega D’Amico, “mi auguro che altri componenti dell’assise civica appongano la loro firma in calce al testo così da raggiungere presto il numero minimo di tre firme previsto dal regolamento sul funzionamento del consiglio comunale che obbliga il presidente ad una convocazione della seduta entro e non oltre i 20 giorni dal protocollo. Ho presentato l’ordine del giorno”, prosegue il capogruppo, “in coerenza con il pubblico impegno che ho assunto dopo aver appreso la notizia che la maggioranza di centrosinistra di Vasto è contraria alla quarta vasca. Mi aspetto che il sindaco di Cupello e la sua giunta facciano altrettanto, dichiarando la loro contrarietà con atti formali come è stato fatto nel recente passato per altre iniziative imprenditoriali. Mi auguro che altri comuni facciano altrettanto: solo una forte mobilitazione istituzionale potrà supportare in maniera incisiva la positiva azione che sta tenacemente portando avanti il Comitato per la difesa del comprensorio nato spontaneamente grazie ad un gruppo di cittadini”, conclude D’Amico. L’articolato ordine del giorno proposto dal consigliere impegna il consiglio comunale ad inviare il documento anche altri comuni del Vastese “affinchè adottino identica determinazione”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.