Banner Top
Banner Top

Morto 2 mesi dopo l’incidente, “Troppi traumi nello schianto”

Una insufficienza cardiaca irreversibile e una situazione generale compromessa da traumi e due mesi di cure. Sono i primi dati emersi dall’autopsia eseguita ieri mattina sul corpo di Bruno Falco, 87 anni di Vasto ,dal medico legale Cristian D’Ovidio su incarico della procura di Chieti alla presenza dei colleghi Pietro Falco (per la famiglia dell’anziano) e Concetta Scioli a rappresentare la famiglia del 37enne di Pollutri che due mesi fa ebbe un incidente con l’anziano.

I risultati completi dell’esame medico legale, eseguito nell’obitorio dell’ospedale Santissima Annunziata di Chieti, saranno consegnati alla magistratura fra due mesi. Bruno Falco, il 30 agosto scorso alla guida di un motocarro Ape si scontrò contro uno scooter. Il conducente dello scooter , R.M. 37 anni , di Pollutri è tuttora ricoverato a Pescara in prognosi riservata. L’uomo dal giorno della morte dell’anziano è indagato per omicidio stradale. “Un atto dovuto“, dice il suo legale, l’avvocato Fiorenzo Cieri.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.