Banner Top
Banner Top

Strisce blu in appalto, a Vasto è prevista la proroga dopo tre anni di servizio

Via libera all’appalto per le strisce blu, ma con modifiche al capitolato. Dopo tredici anni di gestione da parte della stessa ditta, che nel tempo ha cambiato più volte assetto societario, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Menna ha deliberato di indire una procedura aperta per l’affidamento del servizio per il triennio 2019-2021, demandando agli uffici l’attivazione della procedura.

L’obiettivo è quello di regolamentare le aree di sosta a pagamento in centro e alla Marina. Nei mesi scorsi era stato individuato il numero degli stalli (1.182 stalli, di cui 448 annuali e 734 stagionali),  determinato le tariffe e approvato il capitolato che, però, proprio in questi giorni è stato rivisto in due punti: uno relativo alle caratteristiche relative al sistema di pagamento e l’altro inerente la durata del rinnovo del contratto.

“Abbiamo deciso di apportare delle modifiche  al fine di rendere l’offerta più invitante e proporzionale agli investimenti da realizzare”, spiega l’assessore Gabriele Barisano, “nello specifico abbiamo eliminato la parte relativa al lettore di banconote perché espone al rischio di furti, come è già avvenuto in altre città, e modificato la durata del rinnovo: alla scadenza del contratto l’amministrazione comunale potrà, a sua discrezione, prorogare il servizio per un ulteriore periodo di tre anni alle medesime condizioni contrattuali”.

Restano le novità introdotte dal capitolato approvato il 30 agosto scorso dall’esecutivo municipale: parcometri elettronici dove sarà possibile pagare con la tessera bancomat o con la carta di credito, sportelli per il pubblico, campagna di comunicazione multimediale e, finalmente, tariffe meno costose: 30 centesimi per la prima mezz’ora (sosta breve), 50 centesimi per la prima ora e 1 euro per le ore successive. Oltre ad abbonamenti giornalieri, settimanali, mensili, stagionali ed annuali. Insomma, dopo una lunga serie di “proroghe tecniche”  concesse alla ditta che vinse l’appalto nel 2005 quando la città era amministrata da un esecutivo di centrodestra, si parte finalmente con il nuovo appalto.

Ma vediamo cosa cambia. Oltre alla suddivisione della città in cinque zone, le novità principali  riguardano le tariffe e gli abbonamenti paradossalmente assenti nell’attuale convenzione, ma sperimentati con successo da due anni a Vasto Marina, anche se a beneficiarne sono stati solo i residenti e non i turisti. Possono essere giornalieri, settimanali, mensili, stagionali ed annuali. Il valore annuale presunto dei proventi derivanti dai parcheggi a pagamento è stimato in 332mila euro. Il Comune, stando al capitolato predisposto, corrisponderà al gestore un corrispettivo annuo pari al 40% degli introiti complessiva, percentuale soggetta a ribasso in sede di gara.  

                                           Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.