Banner Top
Banner Top

Dopo 40 ore in mare salvato il 35enne pescatore

E’ rimasto in acqua per circa 40 ore, prima di essere trovato e recuperato, Giovanni Amodio, pescatore 35enne di Martinsicuro (Teramo), vittima di un incidente con la sua barca e disperso da ieri. Ora è in ospedale, dove sono in corso tutti gli accertamenti, ma le condizioni del giovane tutto sommato sembrano buone.

L’incidente è avvenuto venerdì, attorno a mezzanotte: le reti si sono impigliate nell’elica e la barca si è ribaltata, dieci miglia al largo di Martinsicuro. Lui è finito sotto all’imbarcazione, ma è riuscito a liberarsi e a prendere una cintura di salvataggio. Il giubbotto salvagente gli ha permesso di restare a galla e la corrente lo ha spinto fino all’altezza di Pescara, dove oggi è stato individuato, mentre erano in corso le ricerche coordinate dalla Guardia Costiera del capoluogo adriatico. Lo ha trovato, circa sette miglia al largo del porto, un poliziotto della squadra Volante della Questura di Pescara, che era con la sua barca da diporto. Il 35enne è stato caricato a bordo e trasportato al Marina di Pescara, dove ad attenderlo c’era il 118.

Trasportato in ospedale, sono ora in corso tutti gli accertamenti sanitari. (ANSA).

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.