Banner Top
Banner Top

Conad Superstore di Vasto, il lavoro innanzitutto

Venerdì scorso, dopo un’altra lunga maratona, la procedura di licenziamento collettivo avviata all’interno del centro commerciale Pianeta del Vasto, del Gruppo Conad Adriatico, ha trovato soluzione. Negli uffici della Regione Abruzzo, a Pescara, le parti interessate hanno siglato il verbale di accordo che la sera precedente era stato illustrato ai lavoratori riuniti in assemblea nella sede di Vasto.

Dunque, dopo una lunga trattativa, dopo diversi faccia a faccia nel corso dei quali ognuno ha espresso il proprio pensiero, la propria posizione, si è trovato un punto di equilibrio che lascia sicuramente l’amaro in bocca a chi lascia anticipatamente il lavoro ma nel contempo da speranza a chi resta, a chi avrà la possibilità di continuare il suo lavoro all’interno di una struttura commerciale che per Vasto ha rappresentato il punto di partenza dell’apertura ai centri commerciali della media distribuzione.

Una vertenza, è bene ricordarlo, che era partita dalla proposta di licenziamento di ben 45 lavoratori. Poi, mano a mano, i numeri si sono ridotti ed alla fine una quindicina di lavoratori si sono resi disponibili ad accettare  il provvedimento di licenziamento incentivato entro il 30 settembre p.v., rinunciando alla relativa impugnativa; altri 10 lavoratori, dopo il licenziamento, verranno riassunti nel centro smistamento di Piana Sant’Angelo, mentre la restante parte ha accettato la riduzione dell’orario di lavoro settimanale nell’ordine di 6, 4, 3 e 2 ore in relazione al rapporto di lavoro in essere (full-time a 38 ore/settimana; part-time a 30 ore/settimana; part-time a 24 ore/settimana, part-time a 20 ore/settimana). Una bella testimonianza di solidarietà che merita il plauso.

In questi giorni qualcuno ha parlato di meriti attribuibili a questa o quella componente che ha partecipato alla trattativa. Tutto giusto. Mi sembra giusto in questa sede ricordare la sensibilità mostrata dai lavoratori e dai loro rappresentanti sindacali.

Ma non da meno hanno dato il loro decisivo contributo alla soluzione della non facile trattativa i rappresentanti di Pianeta Srl, la direttrice Anna Boleto ed i suoi due soci,  Antonia Falasca e Attilio Celeste,  che sono stati assistiti da Lino Fioravanti ed Ernesto Bianco di Conad Adriatico.

Chi investe capitali, chi deve pensare al reddito di impresa, chi amministra i denari dei soci investitori, chi deve garantire il salario ai lavoratori ha mostrato senso di responsabilità ed equilibrio.

Altra nota di merito per la Regione Abruzzo che con il presidente Lolli e con il dirigente Renzo N.Iride, responsabile dell’Ufficio Ammortizzatori Sociali, ha di fatto portato avanti la trattativa. Significativo il contributo dato dai responsabili dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e dal Comune di Vasto cui va il riconoscimento di aver garantito una presenza significativa nel corso della trattativa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.