Banner Top
Banner Top

Adesso Punta Penna “cala” il poker di mercantili

Punta Penna fa poker. Continua il trend positivo del porto istoniense . Ieri mattina il bacino ha contato 4 approdi di altrettante navi. All’ancora sul molo di riva e alla banchina di levante 4 mercantili. Altrettante le gru al lavoro. Movimenti che da anni non si registravano più. Già un anno fa l’autorità marittima confermava la ritrovata vitalità di Punta Penna. Anche Pietro Marino responsabile dell’AMV agenzia marittima di Vasto conferma che il movimento merci nei primo semestre 2018 è stato più che soddisfacente. In porto sono arrivate una ottantina di navi con una movimentazione merci di oltre 400mila tonnellate di merci e prodotti vari. In aumento gli arrivi dalla Spagna. Due le navi arrivate ieri dalla penisola iberica. Fra i prodotti nuovi, va annotato l’alluminio.

“E’ tutto frutto di una serie di investimenti che hanno portato al miglioramento dei servizi e della sicurezza del porto”, sottolinea il sindaco Francesco Menna che esprime soddisfazione in merito. Dalla nuova sala d’asta, all’abbattimento della sede del mercato ittico, dal dragaggio dell’avamporto -intervento tra l’altro a costo zero per il porto in quanto le “sabbie” presenti sono state utilizzate per il ripascimento degli arenili di Casalbordino e alle operazioni di sostituzione dei fanali verde e rosso per garantire una migliore e più efficiente visibilità dell’imboccatura portuale di notte nonché un notevole risparmio energetico essendo tali fanali alimentati ad energia solare. Tra le categorie di merci movimentate quelle che hanno fatto registrare i maggiori incrementi sono stati il biodiesel, il cartongesso, il feldspato, il fertilizzante alla rinfusa e l’olio di palma.

L’amministrazione comunale intende favorire il porto di Vasto e supportarlo con scelte lungimiranti. Il porto non può più continuare a vivacchiare come in passato. Menna intende voltare pagina rispetto al passato e puntare con decisione ad esaltare le potenzialità di questa struttura attraverso politiche di sostegno e rilancio dell’attività portuale. Non a caso l collaborazione con l’autorità marittima è divenuta più solida. Vasto, Ortona e Termoli potrebbero divenire presto l’area mercantile più importante dell’Adriatico centro-meridionale.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.