Banner Top
Banner Top

Concorso dirigenti, ora gli ammessi scendono

Aumenta il numero degli esclusi e, di conseguenza, diminuisce quello degli ammessi. Con una nuova determina dirigenziale, che arriva a distanza di qualche settimana dalla precedente, la n.260 del 20 aprile 2018, è stata resa nota la graduatoria degli ammessi alla selezione per un posto da dirigente a tempo determinato da assegnare al settore “promozione, programmazione economica e produttiva del territorio”.

I nominativi dei candidati che possono partecipare al colloquio sono passati da 9 a 4. Gli ammessi sono: Vincenzo Toma con un punteggio di 30,53 (ma che è già risultato al primo posto dell’avviso di mobilità per l’assunzione di un dirigente a tempo pieno ed indeterminato del I settore e che, quindi, non ha alcun interesse a partecipare), Alessandro Mucci (29,27), Luca Mastrangelo (28,77) e Ernesto Grippo (28,71).

Gli esclusi, il cui numero è ovviamente aumentato, sono: Antonio Sciorilli, Fernando Scampoli, Sabina Pietrafesa, Francesca e Barbara Rasetta.

Nella nuova determina, che porta la firma della segretaria generale Angela Erspamer, si precisa che nel precedente elenco era stati riportati gli ammessi e gli esclusi alla valutazione tenendo conto dell’ordine di protocollazione delle domande, mentre con l’attuale graduatoria sono stati pubblicati i nominativi dei candidati ammessi al colloquio che hanno ottenuto un punteggio pari ad almeno 28/40.

“Si tratta dell’ennesima prova di confusione mentale dell’amministrazione Menna in materia di concorsi”, commenta caustico Vincenzo Suriani, capogruppo consiliare di Fratelli d’Italia-An e presidente della Commissione di vigilanza, “una opacità assoluta, in cui prima viene fatto credere a 9 persone di essere state ammesse al concorso, poi, dopo qualche probabile protesta di qualcuno dei “soliti noti”, il numero degli ammessi è sceso, di colpo da 9 a 4, di cui uno già sappiamo che non parteciperà. Sembra un tentativo maldestro di mischiare le carte da parte della Commissione d’esame che fa seriamente nascere il sospetto che questo incarico dirigenziale sia stato già assegnato da tempo. Vigileremo, come sempre, su questo ulteriore strano caso di poca trasparenza concorsuale della amministrazione Menna, pronti a seguirne gli sviluppi e a portare il caso in consiglio comunale”, conclude Suriani.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.