Banner Top
Banner Top

Muore dopo l’intervento chirurgico, 18 indagati

Dolore rabbia, rammarico, incredulità. Ha suscitato molto altro ancora la morte di Giustino Argentieri, 69 anni, ex consigliere comunale in pensione originario di Furci. L’uomo sottoposto giovedi ad un intervento chirurgico al San Pio, non ce l’ha fatta. La sua morte avvenuta il 19 aprile ha gettato tutti nello sconforto.

La moglie Lina, le figlie Marianna, Angela e Silvia e le sorelle non si rassegnano. Non accettano la morte di Giustino ed hanno chiesto aiuto alla Procura della Repubblica del Tribunale di Vasto.

Il sostituto procuratore Gabriella De Lucia visti gli atti, ha disposto l’esame autoptico sul corpo del pensionato. L’affidamento dell’incarico di perizia è in programma lunedi mattina. L’autopsia probabilmente sarà eseguita martedi dal medico legale Pietro Falco.

Il fascicolo sulla morte di Giustino Argentieri conta ben 18 indagati fra medici, anestesisti e operatori vari. Un atto dovuto che ha spinto molti professionisti ad affidare la propria tutela ad un legale.

L’informazione di garanzia ha raggiunto, Laura Corradetti, Antonio D’Attilio, Luca Cindolo, Fabio Neri, Jamil Ghahhari, Paola Acquarola, Anita Grosso, Monika D’Ettorre, Panfilo Marrollo, Francesco Tana, Michelina Molino, Antonella D’Amico, Morsa Florindo, Maria De Risio, Grazia Ianigro, Walter Di Laudo Antonella Pomponio, Antonino D’Ercole.

Nessuno al momento se la sente di parlare. E’ una storia dolorosa per tutti. Al San Pio sono tutti sicuri di avere fatto il proprio dovere. Argentieri purtroppo soffriva di una grave patologia che ha richiesto un disperato intervento chirurgico. A Furci però erano tutti convinti che l’intervento avrebbe aiutato il pensionato a vivere meglio. Qualcosa non è andata per il per il verso giusto. La famiglia del sessantanovenne non si rassegna. Vuole sapere cosa è successo e ha chiesto aiuto alla magistratura. “ Giustino Argentieri era parte attiva di Furci”, dice il sindaco Angelo Marchione.Al momento nessuno però può dire cosa sia successo. Da parte mia, sento il dovere di stringermi alla famiglia in un momento così doloroso ed inaspettato”, commenta il sindaco Marchione.

A causa delle indagini il paese non ha ancora potuto salutare per l’ultima volta Giustino Argentieri. Probabilmente le esequie saranno celebrate mercoledi nella chiesa del Beato Angelo. Per il momento la salma è custodita all’obitorio in attesa degli accertamenti peritali. E’ la seconda volta in pochi mesi che la Procura di Vasto dispone una indagine sul decesso di un paziente che conta decine di indagati.

Si tratta solo di un atto dovuto, teso a fare chiarezza sull’accaduto. I professionisti citati dimostreranno la loro correttezza”, dice l’avvocato Arnaldo Tascione che fa parte con i colleghi Maria Assunta Nocciolino , Vincenzo Nanni e Alessio Mucci del collegio della difesa.

La famiglia di Argentieri è assistita dall’avvocato Alessandro Orlando.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.