Banner Top
Banner Top

Rapina alla Bper, l’auto trovata vicino alla A14

Proseguono senza sosta le indagini sulla rapina messa a segno il 30 marzo scorso nella filiale della Banca popolare dell’Emilia Romagna in via Tobruk. Confermata la pista pugliese. Diversi gli elementi che hanno convinto gli investigatori che il colpo è stato fatto da professionisti del crimine arrivati dalla Puglia. Ad avvalorare questa ipotesi c’è il ritrovamento della Fiat Panda usata dai rapinatori .

Non è sfuggita ad alcuni residenti di contrada Sant’Onofrio la presenza di una Panda lasciata vicino alla recinzione metallica che separa la strada comunale dalla corsia sud della A14. L’auto è stata portata via dalle forze dell’ordine . E’ probabile si trattasse proprio della vettura sulla quale i due malviventi hanno raggiunto la banca la mattina del venerdi santo. Al volante c’era un terzo complice che ha atteso il ritorno dei “compari” con il motore acceso. Da via Tobruk la Panda ha raggiunto la circonvallazione Istoniense , ha svoltato alla rotatoria e imboccato la strada per Sant’Onofrio .

Un percorso rapido che ha permesso ai malviventi di fuggire in pochi minuti e che evidentemente è stato studiato nei dettagli prima del colpo. La gang deve avere quindi un basista a Vasto oppure ha soggiornato in città . Non è escluso che i due rapinatori siano entrati in banca studiando i locali e annotando il comportamento dei dipendenti e la posizione della cassaforte.

Le telecamere non potranno essere di grande aiuto dal momento che gli autori della rapina hanno coperto il volto. Il primo aveva una maschera in lattice come quelle usate nel mondo dello spettacolo per modificare i lineamenti. Era sottile e visibile solo da vicino. Sulla maschera il rapinatore aveva messo anche un paio di occhiali. Il complice aveva invece un passamontagna calato sul viso. Se davvero la Panda trovata a Sant’Onofrio è quella della gang, allora forse grazie ai rilievi della polizia Scientifica potrebbero emergere particolari utili. In caso contrario sarà molto difficile riuscire a risalire alla banda.

Non è escluso che la gang sia la stessa che 48 ore prima aveva messo a segno in Puglia una rapina fotocopia di quella fatta a Vasto. Le forze dell’ordine e lo stesso sindaco invitano sia i privati che le agenzie che affittano appartamenti in città ad annotare sempre provenienza e generalità degli inquilini. Il monitoraggio delle presenze nel territorio è un elemento di prevenzione importantissimo.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.