Banner Top
Banner Top

Terreni da edificabili ad agricoli: “I soldi prendeteli dalla cultura”

Il declassamento dei terreni da edificabili ad agricoli comporterà un mancato introito per il Comune di circa 25mila euro per il versamento di Ici ed Imu, essendo tali lotti gravati da tasse. Si pone quindi il problema di dove andare a reperire i soldi in meno che, in seguito a tale operazione, entreranno nelle casse comunali.

Le minoranze hanno una proposta che sottoporranno all’attenzione del consiglio comunale, fissato il 21 marzo alle 9, in prima convocazione.

Presenteremo un emendamento al bilancio”, spiega Guido Giangiacomo promotore dell’iniziativa insieme ai colleghi Davide D’Alessandro, Alessandro D’Elisa, Edmondo Laudazi, Vincenzo Suriani e Francesco Prospero,chiedendo lo storno dell’importo di 25mila euro al fine di provvedere alla declassificazione da edificabili ad agricoli dei terreni dei proprietari che hanno fatto formale richiesta all’amministrazione comunale nel 2016”.

Il capitolo di bilancio su cui attingere, secondo l’opposizione consiliare, è la cultura. Resta da vedere se la proposta incontrerà i favori della maggioranza di centrosinistra.

Le perplessità, come ha più volte sottolineato il sindaco Francesco Menna, sono legate proprio ai mancati introiti che il declassamento dei terreni comporterebbe per le casse municipali. Del resto è stata proprio l’amministrazione comunale ad indire nel novembre del 2016, pochi mesi dopo l’insediamento, un bando esplorativo per raccogliere le istanze di quei cittadini interessati al cambio di destinazione d’uso dei terreni classificati edificabili dall’attuale piano regolatore generale. A quel bando, accolto con favore anche da quanti vedono di buon occhio tutte le iniziative finalizzate alla riduzione del consumo di suolo, risposero una sessantina di proprietari, parte dei quali hanno in seguito dato vita ad un Comitato che nelle scorse settimane si è riunito in assemblea.

Abbiamo invitato tutti, maggioranza ed opposizione”, spiega Michele Giannone, uno dei fondatori, “ma all’incontro hanno partecipato solo alcuni consiglieri comunali di minoranza che hanno preso l’impegno di presentare un emendamento al bilancio di previsione”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.