Banner Top
Banner Top

Sindaco Magnacca: “Rimuovere ogni ostacolo perché le donne abbiano coraggio nel denunciare le violenze”

“Il nostro primo impegno come istituzioni è quello di rimuovere ogni ostacolo psicologico e culturale affinché le donne prendano coraggio per denunciare le situazioni di violenza che si consumano a loro danno sui luoghi di lavoro ma ancor più nell’ambito familiare. Non possiamo consentire a nessuno di mortificare  i nostri sogni perché annullati dalla violenza maschile”. Lo ha dichiarato il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca a margine di uno dei numerosi appuntamenti che stanno caratterizzando del “Marzo Rosa” organizzato dal Comune di San Salvo in occasione dell’incontro tenutosi nella Giornata della donna nell’aula magna dell’Istituto Mattioli con la presenza del sosituto procuratore della Repubblica Michele Pecoraro, del commissario capo Fabio Capaldo, di Ornella Bastonno, medico del Pronto soccorso di Vasto, e di Licia Zulli, Raffaele Zaccagna e Margherita Barone del Centro Antiviolenza DonnAttiva di Vasto.

In particolare il sindaco Magnacca ha invitato le donne “a sostenersi vicendevolmente per sostenere in particolare chi il coraggio non ce l’ha perché solo se le donne avranno la consapevolezza di essere unite e di reciproco aiuto si potrà ridurre l’impatto del morbo femminicida che sembra essersi impossessato di una buona parte degli uomini”. Alla scuola viene riconosciuto un grande ruolo di essere il luogo ideale per l’ascolto dei disagi di chi potrebbe essere vittime di violenza di genere per avere la forza per segnalare e quindi denunciare le eventuali situazioni di disagio.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.