Banner Top
Banner Top

Cocaina a Vasto, indagini sui tabulati telefonici

Cocaina dal Tirreno all’Adriatico .Il prologo della maxi operazione condotta dalle questure di Roma e Latina ha come teatro Vasto.
Il prosieguo delle indagini, punta sul Vastese per individuare il percorso della droga, la destinazione e soprattutto i ” collaboratori” abruzzesi dei due uomini arrestati. Fabio Criscuolo e Orazio Sammarco. Gli accertamenti degli investigatori riguarderanno presumibilmente i tabulati telefonici dei due trafficanti laziali. Quei numeri potrebbero permettere di tracciare percorsi e destinazione finale del chilo di cocaina portato a Vasto. La questura di Latina è riuscita a scoprire che Vasto e il suo litorale, erano il punto di arrivo dello stupefacente arrivato dal Lazio. La cocaina, una volta smistata, sarebbe arrivata su tutta la riviera del Chietino. Ma chi è il regista?
Con il supporto degli agenti del commissariato di Vasto , gli inquirenti romani hanno messo in atto un accurato servizio di osservazione per individuare il percorso seguito da Fabio Criscuolo, 42 anni originario di Roma ma residente a Cisterna e Orazio Sammarco, 40enne laziale. Il primo era uscito da poco dal carcere( e in carcere potrebbe avere avuto agganci abruzzesi) ed era tenuto sotto stretto controllo dalle Questura di Roma e Latina. I sospetti degli investigatori si sono rivelati fondati. Nella casa laziale di Criscuolo la polizia ha trovato oltre a 14 chilogrammi di cocaina anche armi e munizioni e non è escluso che anche queste potessero servire alla malavita abruzzese.
I due arrestati saranno interrogati presto dalla magistratura. Non è escluso un confronto. Intanto le forze dell’ordine di Lazio e Abruzzo stanno cercando di scoprire a chi fosse destinata la partita di cocaina portata a Vasto dai due corrieri. E non solo. Chi è il contatto vastese di Criscuoli? E’ uno o più di uno? Gli investigatori sono certi che il grossista vastese che aspettava la cocaina, sia una persona già ben inserita nel giro dello spaccio. Una figura forse già nota e con precedenti specifici. Le indagini proseguono nel più assoluto riserbo.
Paola Calvano (il centro)
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.