Banner Top
Banner Top

Ecco la marcia silenziosa contro il cementificio

Semplici cittadini, rappresentanti di associazioni, Comitati, operatori turistici, organizzazioni di categoria,  ma anche esponenti politici e amministratori comunali. In centinaia (800 per gli organizzatori, 600 per la Questura), hanno partecipato ieri alla marcia silenziosa e pacifica promossa contro il cementificio a 50 metri dalla riserva naturale di Punta Aderci, nel cuore del futuro Parco della costa teatina.

Un corteo composto e variegato che, sfilando lungo i vialoni della zona industriale, ha voluto testimoniare il suo amore per un luogo che sta facendo incetta di riconoscimenti per le sue peculiarità naturalistiche, ma che soffre di un “peccato originale”, cioè la convivenza con una zona industriale e quindi con insediamenti produttivi che mal si conciliano con una riserva meta ogni estate di migliaia di visitatori.

LA MARCIA – La manifestazione inizia alle 10. In tanti si danno  appuntamento al casotto di legno della protezione civile (vicino alle scalette), luogo indicato come ritrovo dagli organizzatori. C’è tantissima gente, a dimostrazione che il serrato tam tam lanciato sui social dal Comitato promotore è riuscito a raggiungere anche persone che non fanno vita associativa.

Il numero dei partecipanti è al di sopra di ogni rosea aspettativa. Ci sono semplici cittadini, intere famiglie (padre, madre, figli e cane al seguito), imprenditori turistici, rappresentanti delle associazioni, responsabili di organizzazioni di categoria (Confesercenti).

C’è anche una delegazione del Comune composta dal sindaco Francesco Menna, dall’assessore alle politiche ambientali, Paola Cianci, dalla collega Anna Bosco e dai consiglieri Marco Marra, Maria Molino e  Luciano Lapenna della maggioranza,  oltre a Marco Gallo e Dina Carinci del Movimento 5 stelle.  Non passa inosservata la presenza del coordinatore cittadino di Forza Italia, Massimiliano Zocaro che con una delegazione azzurra ha aderito  alla marcia. Ci sono volontari di Wwf, Legambiente, Cai, Amici di Punta Aderci, Eco school, Arkadia, i soci del circolo nautico.

Arrivano “rinforzi” anche da fuori Vasto: la consigliera del comune di Atessa,  Sara Cappellone con esponenti del Comitato “no inceneritore” e “Atessa cittàViva”, un gruppo di San Salvo capitanato da Silverio Marzocchetti ed esponenti di Comitati di Termoli, Lanciano e San Vito.

I COMMENTI – Tra i presenti anche Maurizio Acerbo (segretario nazionale Prc-Se).

“Ma si può autorizzare un cementificio a due passi da un paradiso?”, chiosa l’esponente politico, “la spiaggia di Punta Aderci è classificata dalla stampa internazionale tra le più belle d’Italia.
Appare davvero incredibile il parere favorevole sulla Valutazione d’Incidenza (Vinca) rilasciato dal comune di Vasto. Va sottolineato che questo progetto sciagurato è conseguenza anche dell’archiviazione di fatto da parte della Regione Abruzzo e del Governo del Parco della Costa Teatina. Invece di estendere le aree di tutela assecondando la vocazione del territorio centrodestra e Pd hanno concorso prima a restringere la perimetrazione e poi a congelarla”.

Per Dante Caserta, vice presidente del Wwf  Italia, “occorre una scelta di fondo per un territorio che ha una forte vocazione turistica. E’ auspicabile la riconversione della zona industriale verso uno sviluppo sostenibile”, suggerisce l’ambientalista, “se Vasto vuole puntare su un turismo di qualità le scelte da fare sono altre”.  

IL RITROVO DAVANTI AL CEMENTIFICIO – Quando il corteo arriva davanti allo stabilimento dove la Escal vuole produrre leganti idraulici a freddo (cemento), a meno di 50 metri dall’ingresso della riserva di Punta Aderci,  prende la parola Lino Salvatorelli dell’Arci.

“Oggi con questa manifestazione abbiamo voluto tastare l’amore per questo luogo”,  attacca lo storico esponente dell’associazione culturale, “non vogliamo parlare di ambientalismo ma di qualità della vita. Qua ci sono persone che hanno strappato questo luogo alla cementificazione. Oggi vanno presi impegni politici precisi”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

  • cementificio
  • cementificio
  • cementificio
  • cementificio
  • cementificio
  • cementificio
  • vastarredo
  • DSC_0168-1160x777
  • cementificio
  • cementificio

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.