Banner Top
Banner Top

La Vastese si lecca le ferite e punge l’Avezzano

Due sconfitte consecutive, sette gol subiti, due espulsioni e due infortuni nelle ultime due partite. Gennaio è un mese nero per la Vastese. Sembra di rivedere il film dello scorso anno quando, dopo un grande girone di andata, i biancorossi hanno rallentato nella seconda fase del campionato, vanificando quanto di buono fatto da settembre a dicembre.

I due stop arrivati con le corazzate San Marino e Avezzano non cambiano il giudizio più che positivo sul rendimento della squadra, che resta saldamente al terzo posto con sette punti di vantaggio sulla sesta, ma i ragazzi di Colavitto stanno attraversando un periodo di flessione. Il bottino del 2018 è di zero punti e sette gol presi.

<<Dopo la sosta, c’è stato un calo di tensione>>, spiega il presidente Franco Bolami. <<Dobbiamo tornare con i piedi per terra e ritornare ad essere quelli che eravamo primi, giocando con la testa, le gambe e il cuore. Con l’Avezzano abbiamo regalato un tempo, cosa che non possiamo permetterci. Poi, quando abbiamo iniziato a giocare, abbiamo creato quattro occasioni da gol in mezzora. Ho detto ai ragazzi di restare sereni e di continuare a lavorare con voglia e umiltà>>.

Per la seconda volta consecutiva, la squadra è rimasta in dieci nel primo tempo: dopo il rosso di Iodice con il San Marino, ad Avezzano è costata cara l’ingenuità di De Chiara, espulso per un’entrataccia su Pellecchia.

<<Sono cose che non devono succedere>>, risponde Bolami, <<perché così si penalizza la squadra. Dobbiamo restare lucidi e non commettere queste ingenuità. Sono convinto che sapremo risollevarci contro Pineto e Matelica>>.

Dopo gli arrivi dei difensori Cane e Maronilli, il mercato in entrata è chiuso. Colavitto aspetta il rientro dell’attaccante Cherillo, che dovrebbe tornare tra una settimana. Intanto, il derby ha lasciato strascichi di polemica legati al caso Fanti. Il portiere dell’Avezzano, che già alla vigilia del derby, insieme al compagno di squadra Bisegna, aveva scritto su Facebook commenti di sfottò nei confronti dei tifosi vastesi, è tornato a utilizzare i social anche dopo la partita per postare frasi offensive (poi rimosse) rivolte ai sostenitori biancorossi.

<<La nostra risposta è il silenzio>>, dice Bolami, <<qualcuno dovrebbe imparare l’educazione, che viene prima di tutto. Chi ha scritto quelle cose ha mancato di rispetto alla città di Vasto e ai suoi tifosi. I giocatori dovrebbero essere i primi a dare l’esempio>>.

Un episodio che non è piaciuto nemmeno a Colavitto. <<Quello che è successo è grave>>, è il commento del tecnico della Vastese. <<A parti invertite avrei fatto multare i giocatori e non li avrei schierati in campo>>.

Giammarco Giardini

(il centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.