Banner Top
Banner Top

Risarcimento all’ex marito, udienza rinviata

Un difetto di notifica ha determinato il rinvio al 27 febbraio 2018 della prima udienza relativa alla richiesta di risarcimento danni avanzata dall’eurodeputata vastese,  Daniela Aiuto a carico dell’ex marito Maurizio Pozzolini e del responsabile cittadino dell’Osservatorio antimafia della Regione Abruzzo, Stefano Moretti, entrambi autori di alcuni post ritenuti lesivi della sua reputazione politica e personale. Moretti, presente ieri in Tribunale insieme al suo avvocato, Emanuela De Nicolis, si è costituito rigettando le contestazioni della Aiuto e ritenendole infondate.

Assente per un problema di notifica Pozzolini.

L’eurodeputata, anch’ella presente all’udienza insieme all’avvocato Giovanni Versace,  ha presentato un ricorso con cui denuncia un  “inammissibile e continuo attacco denigratorio “ attraverso video e post pubblicati su Facebook da parte di Pozzolini  e di Moretti, chiedendo un risarcimento in solido di 150mila euro.

La Aiuto ha anche chiesto la rimozione dei post “a contenuto ingiurioso e diffamatorio” e dei video pubblicati sui social, con la condanna di ciascun resistente di una somma di denaro pari a 200 euro per ogni giorno di ritardo nell’esecuzione del provvedimento di oscuramento.

Ieri, il giudice Anna Rosa Capuozzo, dopo aver preso atto del difetto di notifica,  ha rinviato l’udienza al 27 febbraio.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.