Banner Top
Banner Top

Cantori e musicisti fanno rivivere il rito della Pasquetta

Il loro obiettivo è mantenere viva la tradizione e ci sono riusciti ancora una volta. Anzi per la ventiduesima volta. Si sono ritrovati in piazza la sera della vigilia dell’Epifania “Gli amici della Pasquetta”, sodalizio coordinato da Nicola Iannace che porta avanti l’eredità di Evaristo Sparvieri, ex sindaco, maestro e compositore di musica.

I canti del gruppo sono risuonati per le vie della città, rendendo magica la serata che la cultura popolare identifica nell’arrivo della Befana. Dopo sei tappe il giro si è concluso nel segno della convivialità e della solidarietà nel ristorante “Il Vecchio Casale” con la consegna del ricavato della vendita dei calendari ad una famiglia bisognosa di San Salvo.

Il lungo giro dei cantori è iniziato alle 17.30 da via Milano. Si sono ritrovati sotto l’abitazione di Iannace per poi fare tappa al fioraio Presutti, davanti alla chiesa di San Nicola (dove ad aspettarli c’era il parroco Don Beniamino Di Renzo), in piazza Europa davanti la casa di Angelo D’Andrilli, alla pizzeria nei pressi della Porta della Terra in corso Umberto I, al bar Bruno sempre in corso Umberto I e al bar Biondo in via Roma. Tra cantori c’erano alcuni musicisti storici come Ivo Balduzzi alla fisarmonica, Ergilio Monaco alla chitarra e Fernando Sparvieri al mandolino.

L’intero percorso è stato seguito dalla sindaca Tiziana Magnacca e dal presidente del consiglio comunale Eugenio Spadano.

Tra i viandanti anche l’ex sindaco Gabriele Marchese. Insomma, una serata magica all’insegna della condivisione, della convivialità e della solidarietà.

Noi veniamo in questa sera con una nuova più che vera:domattina è la Pasquetta, che sia sempre e benedetta”. Questo il ritornello che è riecheggiato per le vie di San Salvo, attirando l’attenzione dei passanti.

Quella della Pasquetta è una delle tradizioni più sentite e seguite, ma anche una occasione per trascorrere una nottata in allegra compagnia, sperando nella generosità delle famiglie sansalvesi sempre prodighe di prelibatezze culinarie, come salsicce, ventricine , soppressate ed altri salumi tipici che vengono donati ai cantori.

Dopo un lungo periodo di silenzio l’iniziativa è tornata in auge a San Salvo grazie all’impegno di Iannace, il quale cura da un ventennio ogni aspetto della manifestazione dedicata al maestro Evaristo Sparvieri, al quale si era rivolto per ricostruire il testo ed il motivo musicale, di cui se ne erano perse le tracce.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.