Banner Top
Banner Top

Tribunali, Menna e Pupillo cercano l’intesa

Il 2017 è agli sgoccioli. Il prossimo anno sarà determinante per il futuro del Tribunale di Vasto. Il Comune è al lavoro per scongiurare la iattura.

“Insieme al sindaco di Lanciano, Pupillo stiamo lavorando per salvare sia il presidio di Vasto che quello di Lanciano”, dice il sindaco di Vasto, Francesco Menna. “In questi giorni c’è stato con il collega uno scambio di carteggio e dopo le festività di Natale è in programma la partecipazione ai lavori della commmissione di studi regionale. Stiamo cercando una soluzione”, assicura il sindaco.

Il Consiglio dell’ordine forense cerca di tenere accesa la questione. Venerdi a palazzo di giustizia c’è stata una cerimonia con l’esibizione del coro di Stella Maris. In quella occasione il presidente dell’ordine, l’avvocato Vittorio Melone ha ribadito che occorre presentare al ministero di Giustizia prima possibile una proposta di salvataggio.

Una proposta il presidente del Tribunale, Bruno Giangiacomo l’ha già fatta e l’ha ripetuta ieri. E’ una soluzione che è piaciuta anche al sottosegretario alla Giustizia, la senatrice Federica Chiavaroli.

“La soluzione sta in una coalizione fra Vasto e Lanciano. Gli uffici potrebbero essere equamente spalmati fra i due presidi. Vasto e Lanciano non sono distanti. E’ evidente che poi è comunque necessaria una legge”, ha ribadito il presidente Giangiacomo.

Che il Tribunale di Vasto sia necessario per il territorio lo dicono i numeri. Oltre al gran numero di processi penali per il secondo anno consecutivo c’è stato un incremento del 6% di sopravvenienze civili. Alla riforma geografica giudiziaria che prevede la soppressione dei Tribunali, è stata data prologa fino al 2020.

In Abruzzo sono a rischio 4 tribunali, Sulmona, Avezzano , Lanciano e Vasto. Il Presidente Giangiacomo, propone l’unione dei Tribunali di Vasto e Lanciano, per poter tenere aperti entrambi senza dover dipendere da Chieti.

“Fra Vasto e Lanciano c’è unità d’intenti”, assicura il sindaco di Vasto, Menna. “Perdere il nostro presidio di giustizia avrebbe ricadute insostenibili sul Vastese ma anche nell’area frentana, non ultimo sotto il profilo economico. Condividiamo le posizioni espresse dal presidente Bruno Giangiacomo e dal presidente dell’Ordine degli avvocati Vittorio Melone , da sempre in prima linea nella difesa del Tribunale e che ha dato vita a numerose iniziative”.

La costituzione, in Regione, di una commissione ad hoc dovrebbe aiutare le istituzioni locali a risolvere il problema. La sorte del Tribunale di Vasto sarà decisa nella prossima legislatura.

“Noi cercheremo di essere pronti al più presto per difendere insieme questo fondamentale presidio di legalità”, ha concluso il sindaco di Vasto.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.