Banner Top
Banner Top

Ferie lunghe alla Pilkington, la Denso scagliona

Lungo stop di fine anno alla Pilkington di Piana Sant’Angelo. Ferie scaglionate alla Denso . Natale di silenzio al Cotir. PILKINGTON. Molti reparti sono in ferie per tre settimane, da ieri e fino al 7 gennaio. Il 90% dei lavoratori ha cominciato le vacanze il 21 dicembre e tornerà in fabbrica il 7 gennaio 2018. Durante il ponte natalizio lavoreranno solo i lavoratori del Float, infermieria e portineria.
Fino ad agosto 2018 per i dipendenti della Pilkintgon ci saranno i contratti di solidarietà. Per i turnisti significa stipendio ridotto del 40%, ma è il male minore. Il 2018 sarà l’anno della svolta. La ripresa è purtroppo ancora lenta. L’economia del Vastese è ancora in agonia. Solidarietà e flessibilità hanno aiutato molto le famiglie in questi anni. Il presidente di Pilkington Italia, Graziano Marcovecchio,  ha ripetuto in questi giorni che la sfida sarà salvare il lavoro  chi ce l’ha. Rispetto ad un anno fa la situazione sembra essere migliorata, ma il reparto Temperati è ancora in affanno. Inevitabile il lungo stop natalizio. Tra ferie di fine anno e contratti di solidarietà, la stragrande maggioranza degli impianti rimarrà spenta per oltre quindici  giorni. La fermata collettiva riguarderà i 2400 dipendenti della multinazionale giapponese. Fino al 31 dicembre, escluse le festività di Natale e Santo Stefano, il periodo di stop verrà attuato in applicazione del contratto collettivo di solidarietà.
AZIENDE SATELLITE.  Dagli stabilimenti esteri del gruppo Pilkington-Nippon Sheet Glass lo scorso anno sono state spostate a San Salvo nuove produzioni e questo ha portato benefici in alcuni reparti. Ferie più corte per i dipendenti della Primo, stabilimento satellite di Pilkington. L’ultima linea si è fermata ieri mattina. Fra cassa integrazione e ferie in fabbrica si riprende a lavorare dal 4 gennaio. Della stessa durata saranno le ferie per i dipendenti della Bravo.
DENSO. Niente solidarietà e ferie scaglionate , invece, alla Denso manufacturing. iL 27-28 E 29 è fermo il 70% della fabbrica. Dopo Capodanno proseguirà le ferie il 30%. Denso si adegua alle esigenze dei clienti. Il lavoro grazie alla Fiat di Cassino non manca. Denso lavora ormai per tutte le case automobilistiche europee. Il rientro è previsto a scaglioni dal 3 al 5 gennaio a seconda dei reparti.
COTIR. Neanche Babbo Natale ha risposto ai lavoratori del Cotir ai quali la Regione aveva promesso a fine ottobre un tavolo di confronto. L’unica nota positiva è stato il riallaccio della linea
elettrica. ” Per il resto è silenzio totale. Le promesse restano tali. Il silenzio continua a gelare anche i sogni. Non ci resta che sperare davvero in Babbo Natale”, hanno detto ieri alcuni lavoratori che si accingono a trascorrere un altro Natale senza stipendio.
Paola Calvano (il centro)
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.