Banner Top
Banner Top

Cala di nuovo il silenzio sui lavoratori del Cotir

Sul Cotir, il centro ricerche  di contrada Zimarino è calato nuovamente il silenzio. Il tavolo tecnico annunciato dal presidente Luciano D’Alfonso ai lavoratori nel corso dell’incontro del 30 ottobre scorso non c’è stato. “Ad oggi nulla”, hanno dichiarato mestamente ieri alcuni dipendenti. “Niente di niente. Non si vede nè si sente alcuno”. La promessa di un futuro nell’ambito dei progetti di riconversione dei centri di ricerca resta tale.
Nè arrivano le notizie da Roma che Renzi aveva annunciato durante la sua visita a Vasto. I ricercatori temono  di essere stati presi nuovamente in giro e che per loro  non ci sarà nessuna nuova assunzione o assorbimento al Crua. “Eppure D’Alfonso lo ha ripetuto più volte, nessuno sarà lasciato piedi”, ricordano.
Per Febbo e Sospiri i lavoratori dovrebbero mettere da parte ogni illusione. D’Alfonso, a loro dire  chiuderà i Centri di ricerca in Abruzzo assestando un durissimo colpo alla ricerca pubblica in agricoltura che in questi anni ha prodotto dei risultati importati ed eccellenti per il settore primario.
Secondo i due consiglieri regionali ci sarebbe anche la beffa, l’ennesima, rappresentata dalle dichiarazioni di Matteo Renzi, durante la sua recente visita a Vasto, che aveva rassicurato i ricercatori circa la loro situazione e avrebbe interessato direttamente il Ministro alle Politiche agricole Martina.
I lavoratori però non si arrendono. Tutti i giorni continuano ad andare al Cotir portando avanti le sperimentazioni. I sindacati tornano a sollecitare il tavolo di confronto. Da tre anni sono senza stipendio. Non è affatto facile antenere una famiglia senza ricevere emolumenti per il tuo lavoro. Purtroppo non arrivano notizie neppure da Bruxelles.
Sulla vicenda è stata infatti presentata una interrogazione dall’europarlamentare, Daniela Aiuto. Intanto la prossima settimana 14 di loro torneranno in tribunale per la seconda udienza nel processo che hanno intentato per il riconoscimento giuridico di dipendenti pubblici.
Ad assisterli sono gli avvocati Carmine Di Risio e Michele Sonnini.
Paola Calvano (il centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.