Banner Top
Banner Top

Bolami esalta la Vastese: cammino da 8 in pagella

“La Vastese merita otto in pagella”. Il presidente Franco Bolami promuove la squadra. I numeri dei biancorossi sono da record: sette risultati utili consecutivi, di cui sei vittorie. Volendo stilarer una mini classifica dell’ultimo mese, la Vastese è prima insieme al Matelica.

La classifica reale dopo undici giornate, invece, dice che la squadra di Colavitto è saldamente in zona play off, al terzo posto, e ha scavalcato un slco di cinque punti dalla sesta Castelfidardo.

“Nessuno si aspettava un inizio del genere” – dice Bolami, che si coccola una squadra giovanissima che ha quasi lo stesso ruolino di marcia della Pro Vasto che vinse la serie D nella stagione 2008-2009. Allora dopo undici partite, i biancorossi di Di Meo, fecero 24 punti, solo uno in più della squadra di Colavitto che, rispetto allo scorso anno, ne ha due in più.

“Sognare si può e non costa nulla, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra” – spiega Bolami “perchè in questo campionato, se abbassi la concentrazione, vieni subito punito. I play off sembrano in questo momento alla portata, ma non ci stiamo pensando perchè la strada da fare è ancora lunga. La Vastese è la mina vagante del girone, una mina che può esplodere da un momento all’altro”.

I tifosi sognano la serie C.

“Da tifoso la sogno anche io. Da presidente, dico che l’obiettivo è riportare la Vastese nei professionisti entro un paio di anni. Quest’anno stiamo gettando le basi per il futuro, poi nel calcio mai dire mai”.

La capolista Matelica, distante cinque punti, sta facendo un campionato a parte.

“Sta vincendo quasi tutte le partite, ma possono succedere ancora tante cose. A dicembre inizierà un altro campionato perchè le squadre si rinforzeranno. Il nostro mercato? Aspettiamo quello che ci diranno il mister e il direttore sportivo e, se necessario, siamo pronti ad intervenire”.

Nel frattempo Bolami si gode i gol di Vito Leonetti, che con la doppietta realizzata con l’Agnonese è salito a quota 8. “Se continua così, può arrivare a venti”.

Giammarco Giardini (il centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.