Banner Top
Banner Top

In Val Sinello soffiano venti di ripresa

Ripresa, novità e soprattutto voglia di riguadagnare terreno. L’esodo delle industrie verso i Paesi dell’Est è finito. Anzi , c’è chi torna. Passate le ferie in Val Sinello si torna al lavoro. Dopo un decennio di crisi profonda si avvertono venti di ripresa. La Gir Sud ha interrotto la solidarietà ed è diventata Silatech srl, marchio facente parte dello storico gruppo Sila e che ha filiali in tutto il mondo. Tutto bene in casa Robotec. I 70 dipendenti continuano a lavorare e non sono previsti tagli. L’ex stabilimento Golden Lady passato al gruppo Falconeri lavora già da diverse settimane con un organico di circa 15 dipendenti, alcuni sono ex dipendenti del gruppo Canali, altri della Golden Lady.

Falconeri. La riapertura della ex Golden Lady rientra nel progetto del ritorno in Italia di lavorazioni trasferite nei Paesi dell’Est. La ex fabbrica di calze è diventato un laboratorio tessile per il confezionamento di giacche e cappotti in maglia del marchio Falconeri (gruppo Calzedonia). Nella fabbrica di contrada Terzi è ripresa la produzione con estrema discrezione e prudenza. Anche il sindaco di Gissi, Agostino Chieffo, è prudente. “L’azienda lavora da diverse settimane. L’organico non è certo quello della Golden Lady ma l’importante è essere ripartiti. In generale posso dire che nella zona industriale di Gissi ci sono segnali di ripresa. Al momento sono timidi ma dopo un decennio di chiusure e licenziamenti si respira un clima diverso”, dice Chieffo senza sbilanciarsi troppo.

Robotec e Silatech srl. Grazie agli investimenti a Melfi della Fiat e della Sevel di Val di Sangro la ex Gir Sud, ora Silatech lavora con serenità. L’aziende di componentistica per auto ha la sede legale a Gissi e un centinaio di dipendenti. Il gruppo ha stabilimenti in tutta Europa, in India, Argentina e in Africa. Diversi i giovani entrati per periodi limitati. Al momento si tratta di sostituzioni ma è comunque un segnale positivo. Lo conferma Primiano Biscotti, segretario provinciale della Cisl. “Già dalla scorsa primavera i venti della ripresa hanno cominciato a soffiare a Gissi grazie alla Fiat. Stop ai contratti di solidarietà. Grazie al rilancio della Fiat anche nel Vastese sono tornati gli ordinativi. Soprattutto alla Robotec e alla Gir Sud che ora ha preso il marchio Silatech che comunque fa parte dello stesso gruppo. In effetti si respira un clima diverso”, conferma Biscotti. I 70 lavoratori della Robotec che solo un anno fa hanno temuto di perdere il posto di lavoro ora sono tranquilli. Il periodo più buio è finito. Robotec e Silatech vivono una fase più serena anche grazie alla Sevel che ha rinnovato la collaborazione con la Psa fino al 2027. Le nuove acquisizioni del Suv di Melfi e la Panda di Pomigliano rilanciano tutto il settore metalmeccanico della Val Sinello.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.