Banner Top
Banner Top

Per Bittaye Vastese – Avezzano sarà un derby speciale

vastese lamin bittaye
“Devo tutto all’Avezzano, ma domenica devo batterlo”. Per Lamin Bittaye, 22 anni, Vastese-Avezzano sarà un derby speciale. Dopo tre anni nella Marsica, l’attaccante gambiano si è trasferito alla Vastese e domani all’Aragona si troverà di fronte quella che è più di una semplice ex squadra.
L’Avezzano è stata la sua seconda famiglia. La storia di Lamin è drammatica. Quando è ancora un ragazzino, scappa dal Gambia e raggiunge l’Italia con un gommone. Un viaggio della speranza con a bordo 143 persone ammassate come sardine. A metà viaggio, il gommone va in avaria: tre compagni di Lamin muoiono in mare ma lui viene salvato da una motovedetta della marina italiana che lo porta a Lampedusa. Poi l’arrivo a Roma, dove viene accolto dalla famiglia Meli, e i primi calci al pallone. Il suo procuratore Riccardo Badia lo segnala all’Aquila, ma i rossoblù non riescono a tesserarlo per problemi burocratici.
Così Bittaye viene preso dall’Avezzano. Tre anni intensi: vince il campionato di Eccellenza ed è uno dei migliori nelle due stagioni successive in D. Il resto è storia recente: da luglio scorso è un giocatore della Vastese. E domenica sarà subito derby.
“Avezzano per me è una seconda famiglia”, spiega Bittaye in un perfetto italiano, “sono arrivato da solo in Italia e mi hanno fatto subito sentire a casa, trattandomi come un figlio. Sono andato via perché la società ha deciso di non confermare i giocatori senior dello scorso campionato, ma Avezzano resterà sempre nel mio cuore. Adesso, però, voglio vincere con la Vastese. Siamo una squadra giovane, ma vogliamo essere la sorpresa del campionato”.
I biancorossi puntano al bottino pieno dopo il pari di San Marino.
“L’Avezzano è una squadra importante, ma all’Aragona sarà dura per tutti fare punti. Noi vogliamo vincere con la spinta dei nostri tifosi”. E con un gol di Bittaye? “Vediamo”, sorride, “se dovessi segnare, non so se esulterei. Dipende da quello che mi sentirò di fare in quel momento”.
Nell’Avezzano gioca un grande amico di Bittaye: è il difensore Menna che un mese fa ha lasciato la Vastese per tornare nella Marsica.
All’inizio ho preso male la sua decisione, ma poi ho capito che nel calcio, così come nella vita, ognuno prende la sua strada. Se Menna non si trovava bene con noi, è meglio che sia andato via”.
Guammarco Guardini (ilcentro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.