Banner Top
Banner Top

In arrivo in Abruzzo una nuova ondata di caldo

La ‘tregua’ concessa dal caldo in Italia è durata solo pochi giorni: è infatti in arrivo, a partire da oggi, la sesta ondata di caldo dell’estate. Il picco è previsto domani 28 agosto, quando si toccheranno i 38 gradi, ma le temperature resteranno ben sopra alla media almeno fino a fine mese. Infatti, secondo le prime indicazioni, per avere un ‘cambiamento di tendenza’ bisognerà attendere i primi di settembre, quando potrebbero arrivare le prime piogge significative. Prosegue quindi la grave siccità, ‘interrotta’ solo da qualche isolato rovescio o temporale tra sabato e lunedì. Queste le previsioni dei meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it.

“L’alta pressione, associata a un afflusso di aria calda proveniente dal Nord Africa – spiegano – determinerà da questo fine settimana l’annunciata ondata di caldo, con temperature destinate ad aumentare fino a lunedì. Le temperature, fino a 5-6 gradi oltre le medie stagionali per la fine di agosto, raggiungeranno massime diffusamente oltre i 32-33 gradi e con punte fino ai 36-38 gradi”. Anche negli ultimi giorni del mese, precisano, “il caldo rimarrà intenso anche se con qualche lieve calo temporaneo al Nord e sul versante Adriatico. Con questa sostanziale assenza di precipitazioni la siccità rimane grave: almeno fino alla fine di agosto mese le poche piogge saranno associate solo a locali episodi di instabilità sulle Alpi”.

Questa nuova ondata di calore, sempre secondo le previsioni del Centro Epson Meteo, raggiungerà dunque il suo apice nella giornata di domani, quando si potranno in molti casi superare i 35 gradi con picchi localmente fino a 37-38 gradi. Il tempo resterà ancora prevalentemente soleggiato, salvo all’estremo Nord-Est dove si potrebbe osservare una temporanea maggiore instabilità atmosferica associata ad alcuni episodi temporaleschi. A seguire, e almeno fino al 31 agosto, le temperature resteranno elevate e ben al di sopra della media stagionale.

Tuttavia nella giornata di martedì, concludono al Centro Epson Meteo, si potrebbe osservare una lieve e temporanea attenuazione della calura in Valpadana e nelle regioni adriatiche grazie all’ingresso di una maggiore ventilazione settentrionale. Si tratta però di una tendenza ancora molto incerta: al momento sembra che per avere una interruzione generalizzata di quest’ultima ondata di caldo si debba attendere l’inizio di settembre.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.