Banner Top
Banner Top

Viabilità e sicurezza, ora attraversare è un rischio

Sono talmente sbiadite da risultare pressoché invisibili, anche in quelle zone dove gli interventi sono stati fatti di recente. Le strisce pedonali lungo le principali arterie cittadine sono solo un pallido ricordo,  insieme  ai segnali di stop e alla segnaletica orizzontale che ha l’importante funzione di regolamentare la circolazione dei veicoli e garantire la sicurezza dei pedoni. Scene di anziani che, titubanti, cercano di attraversare la strada sugli scoloriti passaggi pedonali, sono pressoché quotidiane.  

Da nord a sud, passando per il centro urbano, la maggior parte delle arterie, oltre ad essere disseminate di buche ed avvallamenti,  è priva della necessaria segnaletica. Le vie sono piene di insidie e vanno messe in sicurezza al più presto.

Ne sanno qualcosa i residenti di via Sant’Antonio e via Incoronata, ai due opposti della città,  ma anche gli abitanti di via Ciccarone, corso Mazzini, corso Garibaldi e viale Giulio Cesare. Da quelle parti le strisce pedonali non ci sono più, si sono completamente cancellate. Scolorita anche l’indicazione degli stalli destinati ai parcheggi a pagamento.

Nelle scorse settimane l’amministrazione ha annunciato l’avvio dei lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale con la promessa, da parte del sindaco Francesco Menna,  che sarebbe stato solo l’inizio di “un lavoro complessivo e continuativo di ripristino e mantenimento della segnaletica orizzontale”.

I prossimi  interventi, fanno sapere dal Comune,  partiranno alla fine di agosto e proseguiranno fino alla fine dell’anno. Nel crono programma sono comprese tutte le principali arterie cittadine, la ritinteggiatura degli attraversamenti rialzati, delle fermate di sosta dei bus e della segnaletica in prossimità dei plessi scolastici. E’ proprio di questi giorni la determina dirigenziale per l’avvio della procedura negoziata finalizzata all’affidamento dei lavori, il cui importo complessivo è di 13.500 euro. La speranza è che le nuove strisce pedonali e i segnali di stop non si cancellino con la prima pioggia.

Segnaletica orizzontale inesistente e strade senza cartelli. Succede in via Incoronata, quartiere a nord della città che ha conosciuto negli ultimi dieci anni una massiccia espansione edilizia. Sarà stato il boom urbanistico e il consequenziale aumento dei residenti, fatto sta che chi cerca il numero civico 144 riesce a trovarlo solo grazie all’indicazione di qualche benevolo passante. La targa con l’indicazione del nome della via non c’è, in compenso abbondano i cartelli delle agenzie immobiliari con la scritta “vendesi” o “affittasi”.

I residenti raccontano di aver segnalato il problema al Comune già dallo scorso mese di dicembre e di aver presentato una formale richiesta all’ufficio servizi, senza aver ricevuto alcun riscontro, nonostante siano passati otto mesi. Stanchi di aspettare stanno pensando di ricorrere al “fai da te”.

       Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.