Banner Top
Banner Top

Il Vastese e l’entroterra, disagi a non finire

Tanti i disagi che si sono presentati nel Vastese a causa dell’ondata di neve e gelo che ha comportato l’interruzione dell’erogazione di energia elettrica ed acqua. Impianti vecchi e logori, un problema che, nonostante le sollecitazioni dei sindaci, sembra irrisolvibile.

L’assenza di elettricità, per un guasto alla linea, ha messo fuori uso già dalle prime ore della giornata gli impianti di sollevamento dell’acqua in località Ponte Moro, a Gissi. Subito intervenuti i tecnici della Sasi per ripristinare il servizio e il sindaco Agostino Chieffo comunica: “Non sappiamo quando si riuscirà a risolvere il problema. Pertanto invitiamo i cittadini ad usare con attenzione le riserve d’acqua”. Un disservizio che ha colpito anche Furci che, per lo stesso guasto di Ponte Moro, ha passato un’intera giornata senz’acqua. Qui il sindaco, Angelo Marchione ha comunicato, per ordine della Provincia, la chiusura al traffico della ex statale 86, nel tratto da Furci al bivio di San Buono, per la tutela della pubblica incolumità. E anche San Buono è senza acqua e luce.

Black out in tanti comuni dell’entroterra dove i tecnici dell’Enel sono al lavoro senza sosta. A Carpineto Sinello e Guilmi la corrente è mancata per circa tre ore. A Casalanguida disagi fino al primo pomeriggio, quando è stata ripristinata la fornitura di energia elettrica. A Scerni proseguono ancora i problemi di corrente, così come a San Salvo.

Diversi i centri del Vastese, con pochissima acqua o con i rubinetti a secco a causa dei lavori sulla condotta idrica di località Acquaviva nel territorio di Roccaspinalveti. Tecnici e operai della Sasi sono al lavoro. I comuni che hanno subito l’interruzione idrica sono: Carpineto Sinello, Carunchio, Casalanguida, Celenza sul Trigno, Dogliola, Fresagrandinaria, Furci, Gissi, Guilmi, Lentella, Liscia, Palmoli, Roccaspinalveti, San Buono, San Giovanni Lipioni, Tornareccio, Tufillo e le contrade Quercia Nera e Carapelle di Atessa. In una nota la Sasi ha assicurato l’impegno a riparare il danno nel più breve tempo possibile.

Uno stato d’emergenza continuo e i sindaci del territorio che consigliano ai cittadini di rimanere a casa ed uscire solo se estramamente necessario.

Queste le dichiarazioni di altri sindaci dlel’entroterra.

Il sindaco di Roccascalegna Domenico Giangiordano: “La situazione è eccezionale e gravissima. Chi può, e non ha assolutamente necessità di uscire rimanga in casa Siamo in contatto con tutti i comuni limitrofi, e siamo tutti in difficoltà. Rinnovo l’appello a tutti di non uscire di casa, i mezzi hanno grosse difficoltà, abbiamo già contattato altre ditte per intervenire sulle nostre strade, ma neanche i mezzi spazzaneve riescomo a girare. Se avete energia, calore e cibo,cercate di rimanere in casa. L’Enel sta intervenendo per l’energia a Fontacciaro”.

Il sindaco di Montazzoli Felice Novello: “Un incubo durato un’intera giornata (un ulteriore guasto a un tratto di linea ha interrotto l’erogazione della corrente elettrica per buona parte della giornata di ieri). Non è stato possibile riparare subito il guasto a causa delle cattive condizioni meteo. L’arrivo dei due gruppi elettrogeni è stato a lungo bloccato, per via delle strade impraticabili. Nelle prime ore di questa mattina, è riuscito ad arrivare il primo generatore che, attualmente, si è anche bloccato. Attendiamo l’altro che è fermo tra Atessa e Tornareccio, ho mandato un mezzo in soccorso”.

Il  sindaco di Tornareccio Remo Fioriti: “Sono ore che la neve scende copiosa e abbondante, accompagnata da un forte vento che crea ulteriore disagio. I mezzi comunali e la ditta esterna sono impegnati da ieri mattina a cercare di rendere il più possibile percorribile tutte le strade del paese, partendo da quelle principali e man mano a quelle minori. La Provincia sta lavorando di continuo per tenere pulita l’arteria principale che attraversa il nostro paese. Le ultime comunicazioni della Protezione civile regionale , comunicano ulteriori 24/36 h di maltempo. Cercheremo di far fronte a tutto e a tutti. Il lavoro di sgombero è difficile, gli accumuli di neve aumentano, lavorare con questo tempo non aiuta, il personale sta facendo tutto il possibile. In caso di emergenza non esitate a contattarci faremo il possibile per essere presenti”.

Il sindaco di Roccaraso Francesco Di Donato:“A Roccaraso si circola con gomme termiche o catene; la statale 17 è stata chiusa per una sistemazione migliore e verrà riaperta nelle prossime ore. Sono al lavoro i mezzi per garantire la circolazione. Il week end si prospetta soleggiato e pieno di neve con gli impianti aperti”.

Ad Altino intere contrade al gelo senza corrente per oltre 20 ore; ad Atessa 60 centimetri di manto nevoso che sale a un metro del Medio e Alto Sangro e nel confinante Alto Vastese, come a Pizzoferrato, Monteferrante, Schiavi d’Abruzzo, Pietraferrazzana e Castiglione Messer Marino

Problemi di elettricità anche a Casoli e, senz’acqua, i comuni di Carpineto Sinello, Carunchio, Casalanguida, Celenza sul Trigno, Dogliola, Fresagrandinaria, Furci, Gissi, Guilmi, Lentella, Liscia, Palmoli, Roccaspinalveti, San Buono, San Giovanni Lipioni, Tornareccio, Tufillo e le contrade Quercia Nera e Carapelle di Atessa.

La maggior parte dei sindaci ha già comunicato la chiusura delle scuole per lunedì, per fronteggiare le probabili nuove nevicate e provvedere a risolvere i già molteplici disagi accumulati assieme alla neve.

abruzzolive.tv

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.