Banner Top
Banner Top

Dal campannone di Santa Maria Maggiore i 366 rintocchi dell’ultimo giorno dell’anno

 

 

 

Quello di ieri è stato l’ultimo giorno dell’anno e tradizionale appuntamento, nella chiesa di Santa Maria Maggiore, con i 366 rintocchi della campana grande considerando l’anno bisestile, la ‘Prèdeche de Fabbrezije’ ed il suggestivo canto del ‘Te Deum’, in ringraziamento al Signore per l’anno appena trascorso.

“La funzione – ricorda Lino Spadaccini, cultore di storia cittadina e redattore di noivastesiin origine consisteva in un solenne ‘Te Deum di ringraziamento’, cantato da tutto il popolo, per il felice ritorno nei suoi feudi del marchese Don Cesare Michelangelo d’Avalos, avvenuto nel 1707, dopo 7 anni di esilio a Vienna.

Solo successivamente alla cerimonia venne aggiunta la cosiddetta ‘Prèdeche de Fabbrezije’ (o Brabbizie), dal nome di un tal Giovanni Barbisio, un cittadino lombardo che per ragioni di lavoro si era trasferito a Vasto. Questo benefattore, con testamento dell’8 luglio 1792, lasciò alla Chiesa un canone annuo di 17 ducati per far fronte alle spese della predica che veniva affidata normalmente ad un oratore forestiero, incaricato di tenere il sermone di fine anno dal pulpito della chiesa”.

Ed ecco che, ancora ieri, si è ripetuta una solenne celebrazione che si è svoltail 31 dicembre (dalle ore 17,30), divisa in quattro parti: la Santa Messa, l’esposizione del Santissimo Sacramento nell’ostensorio cinquecentesco, la lunga predica del parroco ed i canti delle litanie lauretane e del ‘Te Deum’, a gran voce dal coro e dai fedeli: ‘Te Deum laudamus, te Dominum confitemur. Te aeternum Patrem,Omnis terra veneratur…’ (Noi ti lodiamo, Dio, ti proclamiamo Signore. O eterno Padre, tutta la terra ti adora)”.

Un’usanza, strada facendo ‘smarrita’, era quella di preparare sotto le finestre delle case lungo la strada di Santa Maria e fino a piazza del Tomolo un lungo e continuo filo di bombette di carta e potenti petardi.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.