Banner Top
Banner Top

San Salvo ed il caso aperto dei vigili urbani

Nel tradizionale scambio di auguri che l’amministrazione comunale ha tenuto ieri mattina con la stampa, il sindaco Tiziana Magnacca ha tenuto a spiegare soffermandosi qualche minuto in più su quello che è un problema sorto nel 2011 e che ha creato non poche ripercussioni per l’intera cittadinanza. Parliamo del caso Vigili Urbani. Un caso al centro delle indagini prima e di un processo ora e che portarono l’amministrazione ad allontanare e quindi a sospendere tre degli agenti finiti sotto inchiesta e che furono poi dislocati in altri settori: nella task force ambiente, nel commercio ed in amministrazione. “Una scelta presa per un solo motivo”, ha spiegato ieri il sindaco Magnacca. “Nel pubblico, a differenza del privato, vige una regola. Coloro che vengono sospesi devono, per legge, ricevere la metà dello stipendio mentre l’altra metà deve essere accantonata. Un obbligo questo che ci ha portato a prendere la decisione di dislocarli in altri settori invece di retribuirli senza lavorare. Ma, per dovere, correttezza e completezza di informazione, non posso non dire che con l’arrivo della sentenza della Corte dei Conti, ed in attesa ora dell’appello, il segretario ha dato inizio ad un procedimento disciplinare in merito”.

Una chiarificazione quella esposta dal sindaco Magnacca volta proprio ad un dovere di informazione.

Ha sottolineato infatti come, con provvedimento del segretario comunale, il Comune ha licenziato il comandante Benedetto Del Sindaco. Un licenziamento che ha portato lo stesso Del Sindaco a presentare ricorso. Un ricorso sul quale si attende ora la sentenza del giudice.

Nel 2011, quando vennero alla luce tali accadimenti, Del Sindaco fu dislocato in altro settore e al suo posto, subentrò Saverio Di Fiore che “per 4 anni –come ha sottolineato ieri la Magnacca- ha lavorato a volte purtroppo, in situazioni  anche non sempre facili. Da giugno è in pensione ed è dal giugno scorso che il Comando è retto dal Dott. Vincenzo Marchioli che, non solo ha lavorato e sta lavorando bene, ma è anche riuscito a ricreare un clima sereno e di grande fiducia nel Corpo di Polizia Municipale stesso”. 

“Si spera – ha continuato la Magnacca prima di concludere– che si riaprano presto le assunzioni perché come è ormai ben noto, il nostro corpo di polizia è di sole 6 unità. Questo mese abbiamo ripreso i vigili urbani stagionali i quali possono prestare servizio per cinque mesi all’anno. Di questi cinque mesi, quattro di essi, hanno lavorato d’estate e per il restante mese stanno lavorando ora in questo mese di dicembre”.

Una riapertura delle assunzioni che -ha concluso il sindaco- ci porterà  a ricostruire ex novo il corpo di polizia municipale che avverrà con scelte ponderate. Le stesse scelte ponderate che nel corso di questi anni ci hanno portato a premiare chi lavorava bene riuscendo così ad uscire da un pantano in cui l’amministrazione precedente aveva gettato l’intero Comando di Polizia Municipale”.

Laura Rongoni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.