Banner Top
Banner Top

Il fuoco di San Tommaso a San Salvo

Diverse, interessanti manifestazioni accompagneranno quest’anno a San Salvo – il 20 dicembre – il tradizionale “Fuoco di San Tommaso” (Lu Fóche de Sande Tumuässe), organizzato dal Comitato Feste della Parrocchia di San Giuseppe e dall’Amministrazione comunale (Assessorato alla Cultura).

Alle ore 15.00, con partenza dalla rotonda di via Ripalta, avrà luogo il corteo con i cavalli e i cavalieri della HorseMen Team e del Circolo Ippico Sansalvese che, attraversando le seguenti vie cittadine: Madonna della Grazie – San Rocco – Istonia – Duca degli Abruzzi –  Garibaldi – Paolo Tosti – Alcide de Gasperi – Mirandola – Duca degli Abruzzi –  Roma – Umberto I, raggiungeranno infine piazza San Vitale alle ore17.20.

Alle 17.30, sempre in piazza San Vitale, di fronte la chiesa di San Giuseppe, dove viene approntata la catasta con la legna raccolta (quest’anno grazie anche alla collaborazione di Angelo Fabrizio e Antonio Napolitano), don Raimondo Artese (parroco di San Giuseppe) e Tiziana Magnacca (Sindaco di San Salvo) accenderanno il Fuoco di San Tommaso, che brucerà fino alle prime ore del 21 dicembre.

Tra le 18.00 e le 19.30, intorno al fuoco gli Amici delle Tradizioni, la scuola musicale Il Pentagramma, il Coro degli Alpini e la New Generation si esibiranno in un repertorio di canti, soprattutto folklorici, preceduti da un breve intervento di un’archeologa sul significato di questo importante momento celebrativo cittadino. Momento storico, perché, provenienti da Roma, giunsero tra l’altro a San Salvo – proprio in una notte del 20/21 dicembre, quella del 1745 – le reliquie (donate dal cardinale Pier Luigi Carafa e dal papa Benedetto XIV) di San Vitale martire, che da allora sarebbe divenuto il Santo Patrono e Protettore cittadino. Momento magico perché i salvanesi ogni anno, in quel fuoco che crea un’atmosfera collettiva e gioiosa, vanno a cercare il filo che lega il presente al passato e a rinnovare la fiducia nel futuro.

Saranno visitabili in contemporanea il Museo archeologico civico (nei cui ambienti è ospitata la IV Mostra-Concorso di arte presepiale (visitabile sino al 5 gennaio) e la Giostra della Memoria intanto che in via Roma sarà attivo il Mercatino di Natale, organizzato dalla Pro Loco (quest’anno nei giorni 17/20 dicembre).

Nella serata, i componenti del Comitato feste di San Giuseppe arrostiranno salsicce che saranno distribuite anche ai presenti, un apprezzato viatico per attraversare – a mezzanotte – il confine temporale tra l’autunno 2016 e l’inverno 2016/2017.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.