Banner Top
Banner Top

Povertà in Abruzzo, la replica di D’Alessandro

Il Consigliere regionale PD, Camillo D’Alessandro, replica a Gianni Chiodi sul tema dellla “povertà in Abruzzo”. “Da un presidente emerito come Gianni Chiodi ci si aspetta, più che il tentativo di utilizzare la disperazione, quello di dare una mano. Io lo feci partecipando al Patto per lo sviluppo e assumendomi le mie responsabilità in merito. Veniamo ai dati. L’Abruzzo per aumento della produzione industriale, dell’export, del fatturato delle imprese è tra tutte le regioni del centrosud quella che ha conosciuto le migliori performance, come hanno rilevato tutti gli istituti di ricerca, dall’Istat allo Svimez al Cresa. Concentrando l’attenzione sull’andamento di uno dei suoi driver principali, cioè le esportazioni, si notano importanti segnali di recupero dell’economia regionale: tra gennaio e giugno 2016 l’export complessivo è stato di 4.173 milioni di euro, a fronte di 3.672 milioni di euro nello stesso periodo del 2015, con un incremento di 501 milioni di euro, pari al 13,6%, con una variazione migliore rispetto a quella nazionale (dato invariato) e del Mezzogiorno (+11,1%). A giugno 2016 si registrano 496.379 occupati in Abruzzo con un aumento di +15mila rispetto al precedente trimestre e +28mila rispetto a giugno 2015. Il tasso di disoccupazione è sceso dal 13,6% di giugno 2015 all’11,5% di giugno 2016 (era al 12,7% nel precedente trimestre). Il numero di disoccupati è sceso da 73.540 a 64.350 (-9190). Il tasso di occupazione si è attestato al 56,8% (+3,3%). I dati relativi agli ammortizzatori sociali indicano come, nel corso del primo semestre 2016, in Abruzzo siano state autorizzate complessivamente dall’Inps 6.548.003 ore di cassa integrazione, diminuite del 41,59% rispetto al corrispondente periodo del 2015, quando ne erano state autorizzate 11.210.903. Nel III trimestre del 2016 rispetto al III trimestre del 2015 l’aumento è stato di 15mila occupati (+3%), attestandosi il numero di occupati a circa 483mila. A trainare la crescita dell’occupazione sono le assunzioni a tempo indeterminato, e non il lavoro precario, come vuol far credere il consigliere Chiodi. Infatti, Secondo le informazioni rese disponibili dall’Osservatorio sul precariato dell’Inps, nel 2015 in Abruzzo il numero complessivo delle assunzioni (attivate da datori di lavoro privati) è risultato di 139.142, con una inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti (+6% sul 2014 e +9% sul 2013). Il permanere di larghe fasce di povertà e di esclusione sociale, dopo sette anni di crisi economica, coincide con i dati nazionali ed è certamente una questione che ci riguarda e ci trova assai sensibili. A fronte di zero iniziative e zero politiche messe in campo dai precedenti governi di centrodestra, nazionale e regionale, il centrosinistra sta mettendo in campo politiche importanti, che non hanno precedenti, dal sostegno per l’inclusione attiva (17 milioni di euro), a Garanzia Giovani che in Abruzzo ha dato ottimi risultati (31 milioni di euro), a Garanzia Over destinato ai disoccupati con età superiore ai 30 anni (4,7 milioni di euro), il cui bando è stato pubblicato in questi giorni. Dunque la dichiarazione del Consigliere Chiodi rappresenta un infelice scivolone propagandistico, che respingiamo al mittente e che ci vedrà ancora una volta rispondere con i fatti”:

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.