Banner Top
Banner Top

Pd San Salvo, “Occultati documenti al Consiglio Comunale?”

I consiglieri del Partito Democratico Arnaldo Mariotti e Luciano Cilli, in merito ad un “provvedimento del Ministero dell’Economia e Finanze che, alla fine di luglio scorso, ha bocciato/osservato il” Piano Finanziario e determinazione delle tariffe TARI dell’anno 2016”, ha depositato un’interpellanza volta a rilevare che, se tale notizia fosse vera, ci si ritroverebbe nuovamente di fronte all’occultamento di documenti al Consiglio Comunale da parte del Sindaco, della sua maggioranza e con la complicità, non comprensibile, della struttura tecnica del Comune di San Salvo”.

Questa l’interpellanza presentata:

  • Appreso da fonti romane, che vogliamo verificare, che il Ministero dell’Economia e Finanze, alla fine di luglio scorso, ha bocciato/osservato il” Piano Finanziario e determinazione delle tariffe TARI dell’anno 2016” – Delibera Consiglio Comunale n. 16 del 3 maggio 2016;
  • rilevato che, se la notizia risultasse vera, ci troveremmo di nuovo di fronte all’occultamento di documenti al Consiglio Comunale, competente in materia, da parte del Sindaco, della sua maggioranza e con la complicità, non comprensibile, della struttura tecnica del Comune di San Salvo;
  • precisato che il Piano finanziario e la determinazione delle tariffe TARI per l’anno 2016 è la colonna portante del Bilancio comunale e che la TARI deve assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativo al servizio, ricomprendendo anche i costi dello smaltimento rifiuti, come impone la Legge;
  • focalizzato che, se la notizia fosse vera ci troveremmo di fronte a tre ipotesi:
    1) si produce un buco nel bilancio 2016, perché le entrate della TARI non sono sufficienti a coprire integralmente il costo del servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani;
    2) i cittadini avrebbero pagato una tassa per il servizio raccolta e smaltimento rifiuti superiore al dovuto;
    3) i cittadini morosi, parecchi a quanto sembra, potrebbero cavarsela se la Delibera che ha approvato il piano tariffario fosse stata annullata. Questo suonerebbe come una beffa oltre al danno per i cittadini seri che hanno pagato regolarmente.

Pertanto i Consiglieri comunale interpellano il sindaco affinche “dica a piena intelligenza del Segretario Comunale che legge per conoscenza:

  1. Se è vero che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha bocciato il piano finanziario e la determinazione delle tariffe Tari per l’anno 20416;
  2. Per quale ragione, nell’eventualiyà la notizia fosse vera, ha occultato l’atto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che impatta sul bilancio comunale che è di competenza del Consiglio.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.